Aveva 7 anni, dall’età di 2 combatteva contro una rara malattia, grazie alle cure che stava seguendo era in evidente miglioramento. Se l’è portata via una crisi respiratoria

LIVORNO. Una crisi respiratoria improvvisa si è portata via Ginevra Gilbo, la bambina di 7 anni che i livornesi avevano adottato. Ginevra è morta ieri sera dopo essersi d’improvviso sentita male: a niente sono serviti i tentativi dei medici di rianimarla, prima in ambulanza poi al pronto soccorso dove è arrivata in condizioni disperate.

Ginevra era diventata la figlia di tutti a Livorno: la sua storia aveva commosso la città nel 2015. E la battaglia della famiglia e del nonno Edoardo, sempre in prima fila, per permettere alla piccola di tentare cure all’estero, era diventata una speranza per tutti.

Leucodistrofia metacromatica sospetta, fu la diagnosi che fecero gli specialisti del Meyer alla bimba che da un giorno all’altro, all’età di 2 anni, iniziò a camminare male. Una malattia degenerativa, che comporta un progressivo deterioramento delle funzioni motorie e neurocognitive fino all’esito peggiore, la morte.

Ginevra e la sua famiglia hanno combattuto per cinque anni, grazie anche all’aiuto dei livornesi, delle associazioni, di tanti artisti che si sono esibiti per raccogliere fondi, sono stati all’estero e le cure avevano dato risultati insperati al punto che la piccola stava bene e sembrava in grande miglioramento. Una crisi respiratoria però l’ha portata via.

I funerali si svolgeranno in forma strettamente privata. La famiglia ringrazia tutti coloro che in questi anni hanno sostenuto le cure della loro piccola Ginevra. “Il popolo livornese è stato fantastico, per cinque anni ha aiutato la nostra speranza”, dicono gli zii Mirko e Claudia a nome dei familiari.

Fonte: https://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2020/08/19/news/e-morta-ginevra-la-bambina-che-aveva-commosso-livorno-1.39209221

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *