“Le scuole non vanno solo riaperte, dobbiamo fare in modo che poi non richiudano”. La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, tramite Facebook, assicura che il 14 settembre “riprenderanno ufficialmente le lezioni”. E chiede a tutti “responsabilità e consapevolezza”, sulla scia di quanto chiesto ai giovani dal ministro della Salute Roberto Speranza dopo l’ordinanza sulla chiusura delle discoteche: “Ci aiutino a tenere sotto controllo il contagio”.

Così come segnala l’Ansa, però, se i dati non fossero incoraggianti, l’anno scolastico potrebbe slittare, almeno in presenza, a dopo le elezioni, ma si tratterebbe solo di un’estrema ratio. 

Il 19 agosto la riunione del Cts si occuperà proprio della riapertura delle scuole. Il Comitato Tecnico Scientifico ribadirà che non si deroga all’obbligo del distanziamento fisico di un metro tra gli alunni in classe.

Nel caso in cui i vari istituti non potessero garantire agli studenti la distanza di sicurezza di un metro potranno comunque ridurre la distanza di sicurezza. Si potrà derogare al metro di distanza a condizione che si porti sempre la mascherina.

La misura, benché motivata da problematiche oggettive, non ha mancato di far arrabbiare i presidi di tutta Italia.

Le questioni aperte sono però tantissime. Nei prossimi giorni prenderanno il via i test sierologici sul personale. Contemporaneamente verranno divulgate anche le regole per i cosiddetti “lavoratori fragili”, gli insegnanti che per motivi di salute dovranno essere sostituiti perché troppo rischioso che tornino a scuola. Il decreto Agosto ha affrontato anche il tema delle assenze degli insegnanti. Quest’anno saranno sostituiti dal primo giorno di malattia. Nei prossimi giorni prenderanno il via le immissioni in ruolo per la copertura delle quasi 85 mila cattedre vuote. Per riuscire ad ottenere l’assunzione con contratto a tempo indeterminato si dovrà tuttavia esser pronti a cambiare regione.

Fonte: https://www.orizzontescuola.it/ritorno-in-classe-se-i-contagi-risalgono-la-riapertura-puo-slittare-dopo-le-elezioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *