Dopo mesi di didattica a distanza, si torna in classe negli Stati Uniti. La situazione, però, sul fronte dei contagi è seria e gli Stati Uniti sono epicentro della pandemia da Covid-19.

Secondo quanto segnala il Messaggero, un numero sempre più numeroso di docenti statunitensi stanno facendo domanda di testamento: “Lo so che insegnare è un mestiere nobile, un servizio per la società – afferma Rhanda, docente di matematica -. E sono sempre stata pronta a fare dei sacrifici. Ma nessuno mi aveva detto che dovevo essere anche pronta a immolarmi come se fossi un soldato”.

In vari Stati le scuole sono ricominciate da almeno una settimana, ma già ci sono stati casi di contagio e l’immediato obbligo di richiudere. C’è chi accusa il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di non pensare a chi davvero manda avanti la scuola:Possibile che il nostro presidente non pensi agli adulti che mandano avanti la scuola? Insegnanti, bidelli, addetti alle mense, autisti dei bus!”, si chiede Todd, assistente scoalstico.

Ha destato scalpore, alcuni giorni fa, la foto di una scuola nella Georgia, dove i ragazzi di un liceo erano tutti affollati nei corridoi, senza distanza di sicurezza e senza indossare maschere: oggi in quella scuola sono stati confermati otto casi di coronavirus.

Fonte: https://www.orizzontescuola.it/ritorno-in-classe-negli-usa-docenti-fanno-testamento-prima-di-tornare-a-scuola/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *