Le radici vanno cercate al sole di Panama e Portorico nel finire degli anni 80, agli inizi degli anni 90 fiorisce in tutta l’america del Nord e il vento dell’Atlantico ne porta i semi in Europa, poi Asia e Oceania.

Il mondo ormai è coperto, specie in estate, dal Raggaeton. Musica jamaicana, ritmi latini e rapping, il Reggaeton oggi ce lo offre Young Puto, autore ed interprete del nuovissimo e freschissimo pezzo Joka Jue

Ciao Matteo, ci eravamo sentiti in piena quarantena, ora le cose vanno un pò meglio credo?

Ciao, si molto meglio, stiamo rivedendo la luce

Cosa hai fatto appena sei tornato ad uscire?

Subito in studio di registrazione, poi uscite con gli amici e di recente in discoteca

Si diceva in quei giorni bui che saremmo usciti da quel triste periodo tutti migliorati e migliori, è successo?

No. Forse in apparenza, ma io credo che ognuno è rimasto come era, giusto o sbagliato che fosse

Qualcuno dice convinto che in autunno ci sarà una ricaduta, i contagi torneranno ad aumentare

Guarda, spero vivamente di no, sarebbe la crisi più nera, sarebbe la fine di tutto e tutti

Tu hai una grossa novità rispetto all’ultima volta che ci eravamo sentiti, te ne sei uscito con un altro pezzo, Joka Jue. Sai che il titolo è di un altro mitico pezzo degli anni 80 di Claudio Cecchetto?

Si, l’ho saputo dopo aver scelto il titolo, informandomi su internet ho visto che è il titolo di un famoso pezzo del passato

La cosa ti fa piacere o ti da fastidio?

Mi fa piacere, il pezzo è molto diverso, non ha nulla a che fare con la canzone di Cecchetto

Il testo del tuo pezzo è molto esplicito, lasci poco all’immaginazione…dici tutto…

Si, come tanti altri pezzi Reggaeton in lingua spagnola. La differenza è che la mia è in italiano e quindi lo noti di più

Questa tua svolta Reggaeton, tu che vieni dalla Trap, è definitiva o una tantum?

Abbiamo deciso insieme con la mia etichetta Events Management, di provare a percorrere 2 strade, la Trap, mio primo amore e il Raggeaton, per essere così più pronti a rispondere presente ai vari gusti del pubblico o di chi crederà in me

Cos’è per te il Raggaeton?

E’ musica commerciale da ascoltare, come faccio io, fuori casa, nei locali, in macchina con amici, in luoghi con tanta gente, è musica che ti invoglia a ballare. Il mio pezzo anche vuole invitare tutti a ballare, vuole contribuire a regalare svago e divertimento alla gente, specie ai giovani. E’ tornato il momento di ballare e di divertirsi

Quali sono per te i migliori artisti Raggaeton italiani e stranieri

Tra gli italiani ti dico Boro Boro e Mambolosco, per gli stranieri non posso che farti il nome di Ozuna, praticamente un Doge del genere, calcola che con un solo pezzo ad esempio ha fatto 1 miliardo e mezzo di visualizzazioni!

Una canzone per ognuno che ci consigli?

Fallo Se Preparò

Tornando al tuo primo genere, al tuo primo amore, la Trap, ci definisci le differenze tra essa e il Rap, dal quale, ricordiamo, discende?

Il Rap raffigurava l’immagine che avevi della strada, la vita dura, la Trap è più un ostentare, un far vedere quanto sei “grosso”. Anche sulle sonorità, quelle Rap sono più dure, più spigolose, quelle Trap sono più morbide, più da Club

Dalla tua definizione sembra quasi che biasimi la Trap, tu però sei e ti definisci fiero un Trapper

Vero, ma io ho dei capi saldi inossidabili, i miei riferimenti sono Rap, sono Articolo 31, Club Dogo, Sangue Misto ecc

Che voto dai alla Trap mondiale e a quella italiana?

8 e 7,5

Tornando a te, dove trovi tu l’ispirazione per scrivere?

Da film e serie tv che vedo e dai viaggi che faccio

C’è un viaggio preciso da cui è nata una tua canzone?

Si. Da un mio viaggio a Barcellona ad esempio è nata Penso a te

Il tuo penultimo pezzo invece, Credi in noi, anch’esso promosso e distribuito da Events Management come sta andando?

Bene, si può fare sempre meglio, ma chissà, magari ancora può crescere

Ci ricordi di che parla la canzone

La canzone dice che serve, fortemente serve credere in se stessi e nelle proprie capacità. Dice che si deve essere caparbi e fregarsene se c’è gente che critica, che frena, che deride

Dove si trovano le tue canzoni?

Su Spotify e su qualsiasi altro portale web

Grazie Matteo, come sempre è stato un piacere

Piacere mio, un saluto a te, agli ascoltatori di Radio Svolta e ai lettori de La Città News

Guido Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *