Quando si esamina un rapporto di coppia, sul piano dell’intesa sessuale non bastano le indicazioni forniteci dal rapporto sinastrico tra i pianeti Marte e Venere, tra Luna e Venere, tra Luna e Marte ecc.…

Esiste un elemento astrale, scoperto in tutti i suoi valori, intorno alla metà del secolo scorso, che rappresenta un’indicazione diretta della sfera più intima della sessualità.

 Attraverso di esso, possiamo capire quale potrebbe essere la compagna o il compagno di letto giusti per ognuno di noi. Stiamo parlando della cosiddetta “Luna Nera” chiamata anche “Lilith” perché le caratteristiche dei suoi influssi si rifanno al mito della prima moglie di Adamo, secondo la tradizione ebraica.

Lilith, non voleva sottostare al volere del suo compagno, ma ribellandosi in virtù di un tipo di energia che potremmo definire “stregonesca” (nell’amplesso carnale voleva stare sopra l’uomo e non sotto), essa, (racconta il mito), procreò con Adamo solo esseri demoniaci e, cacciata dal Paradiso terrestre, si aggira da allora per il mondo tentando nottetempo, con le sue arti seduttrici tutti gli uomini soli.

In chiave psicologica Lilith rappresenta la parte oscura del femminino, temuta dall’uomo stesso, che vede il sesso fine a se stesso, o come strumento di potere.

Si tratta della pura libidine, non finalizzata direttamente all’attività procreativa e presente in tutti noi, anche se in misura e forma diverse. “Libido” inconscia secondo Freud, e radice sessuale della volontà di potenza secondo Adler, è radicata nella parte inconscia della nostra personalità.

Nella donna a livello di inconscio collettivo, nell’uomo più a livello di inconscio individuale.

Se tale libido è vissuta con una certa armonia (in relazione anche agli aspetti della personalità) sarà canalizzata nei processi amorosi e sarà sublimata in altre attività esistenziali, se al contrario vive un ruolo disarmonico, genera disturbi anche gravi nella sfera sessuale maschile e femminile: l’uomo, infatti, rischia di essere in perenne dissidio con la propria femminilità, vedendo la donna come una realtà “sporca” e peccaminosa, la donna invece tenderà ad esasperare la propria mascolinità.

Per concludere, andiamo ad analizzare la nostra Lilith e quale aspetto forma con gli altri pianeti, e capiremo il perché di certi impulsi sessuali.

BUON COMPLEANNO LEONE!

ROSANNA DE MARCHI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *