Un meno 15% che potrebbe avere serie ripercussioni per il premier.

Dopo l’intervista concessa da Giuseppe Conte al Fatto quotidiano in cui in pratica ha annunciato la revoca delle concessioni sulle autostrade ai Benetton, il titolo di Atlantia è sprofondato in Borsa. Una situazione che, in attesa della decisione del governo – e il Cdm di domani potrebbe non essere risolutivo – ha gettato nel panico migliaia di piccoli risparmiatori in possesso dei titoli della società.

A invocare un intervento della Consob è il leader della Lega Matteo Salvini. «Faremo una segnalazione a tutti coloro che devono vigilare sulla regolarità della gestione dei risparmi e dell’andamento dei titoli in borsa, perché i risparmiatori che hanno i titoli di Atlantia in tasca sono anche operai e lavoratori, non sono i milionari e i Benetton. Quindi se uno chiacchierando a sproposito fa andare in fumo milioni e milioni di euro di risparmi dei cittadini italiani, ne risponde» ha detto il leader della Lega. Che ha sottolineato che «il caos di Autostrade ha tenuto sotto sequestro gli italiani anche questo fine settimane in macchina. Abbiamo un presidente del Consiglio che con interviste sulla stampa fa andare in fumo milioni e milioni di euro, mettendo in difficolta tanti piccoli risparmiatori. Qua il problema di Autostrade non sono i Benetton, che non ho il piacere di conoscere a differenza di qualcun altro, il problema è che se un governo chiacchiera, i risparmiatori poi ne pagano le conseguenze. Faremo anche tutte le segnalazioni del caso perché non è possibile. Il governo – ha concluso – deve fare e non annunciare».

Sulla stessa posizione anche Mariastella Gelmini di Forza Italia. «Su Aspi Conte non si turba, ma evidentemente la Borsa sì. Dopo l’intervista del premier al ’Fatto Quotidiano’ a Piazza Affari il titolo Atlantia è crollato a -15%. Ci fossero stati i grillini all’opposizione avrebbero denunciato il presidente del Consiglio per aggiotaggio» ha twittato la presidente dei deputati azzurri.

Ma anche in maggioranza ci sono diversi mugugni sulla questione: «Dopo il crollo di Atlantia in Borsa a seguito delle interviste di Conte è inevitabile che la Consob apra una verifica. Danneggiati migliaia di piccoli risparmiatori e azionisti. Colpa delle improvvide dichiarazioni del premier? Lo stabiliscano gli organi di controllo e vigilanza» scrive su twitter il deputato di Italia viva Michele Anzaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *