Da poche settimane l’Argentina per ridurre l’inquinamento ha vietato l’uso di plastica monouso nei parchi e aree protette

Secondo i dati delle Nazioni Unite ogni minuto nel mondo vengono acquistate un milione di bottiglie di plastica e vengono utilizzati 500 miliardi di sacchetti di plastica ogni anno, con la conseguenza che otto milioni di tonnellate di rifiuti inquinanti finiscono ogni anno a rovinare gli oceani.

Sono sempre più le iniziative dei stati e delle città nel mondo per ridurre l’inquinamento della plastica che sta causando uno dei maggiori disastri ambientali degli ultimi anni,

In America Latina ci sono già diverse iniziative che sono state messe in atto, tra cui una delle più forti è quella del Costa Rica, che ha proposto l’eliminazione di tutte le materie plastiche monouso entro il 2021.

come si stanno in diversi modi movimentando diverse parti del mondo, a livello temporale l’annuncio più recente è quello che arriva dall’Argentina che ha deciso di eliminare la plastica monouso dai parchi nazionali, grazie all’inserimento di un nuovo regolamento che prevede la salvaguardia e la tutela delle aree naturali protette dello stato sudamericano.

Saranno vietati materiali sintetici derivati dal petrolio, che non potranno essere riutilizzati o smaltiti in modo corretto. Quindi bottiglie di bevande, le borse di plastica non riutilizzabili, involucri, posate, cannucce, palloncini.

Come ne è vietato l’utilizzo allo stesso modo la plastica monouso non può essere venduta o commercializzata in nessuna delle aree protette soggette alla giurisdizione dei Parchi Nazionali.

Ma non solo l’Argentina ha deciso di far parte di questa battaglia contro l’inquinamento globale. Infatti anche l’Italia, ha aderito al patto europeo di Francia e Olanda sul consumo elevato della plastica.

L’accordo prevede di accelerare le pratiche di riciclo della plastica, in modo da salvaguardare il nostro pianeta.

sono già tante le spiagge di cui vi abbiamo già parlato che hanno aderito alle iniziative delle coste plastic free, No a plastica e sigarette, moltissime spiagge italiane sempre più green

e proprio pochi giorni fa il comune di Livorno, ha ripubblicato sul sito internet l’annuncio che ricorda che anche quest’anno, come lo scorso, nei suoi lidi non ci saranno più bicchieri, cannucce e posate monouso.

“Abbiamo aderito con convinzione al Patto europeo sulla plastica. La proposta di aderire ha subito suscitato il nostro interesse. Siamo convinti che una tematica così complessa come quella legata alla plastica, necessiti di strumenti condivisi tra i Paesi europei.”

Seppur sia una battaglia non semplice, se ognuno con costanza si impegna a preservare l’ambiente che ci circonda, riusciremo a diminuire le sostanze nocive della plastica!

 

Fonte: https://www.positizie.it/2020/07/17/argentina-basta-plastica-monouso-nei-parchi-naturali-e-aree-protette-contro-linquinamento-ambientale/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *