Nei giorni scorsi il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora aveva dato l’ok alla ripresa degli sport amatoriali di contatto. Oggi, però, è arrivata la risposta negativa del Comitato Tecnico Scientifico. Gli esperti, infatti, ritengono che le società dilettantistiche avrebbero difficoltà ad applicare i protocolli di prevenzione validi in Serie A.

Niente calcetto, quindi, e attività in cui viene praticata attività di contatto. “In considerazione dell’attuale situazione epidemiologica nazionale – commenta il CTS – con il persistente rischio di ripresa della trasmissione virale, devono essere rispettate le prescrizioni relative al distanziamento fisico e alla protezione individuale”.
“La deroga per la Serie A – continua la nota – è per la presenza di un interlocutore formale che ha assunto piena responsabilità di diagnosi e monitoraggio continui. Il comitato non ritiene al momento di poter assumere decisioni al riguardo che siano difformi rispetto alle raccomandazioni sul distanziamento fisico“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *