Compie oggi, 24 giugno, 83 anni Lorenzo Giovanni Arbore, conosciuto da tutti come Renzo Arbore.Tanti auguri all’inventore di “Musica & Puttanate”, come egli stesso definì il progetto radiofonico che avevano intenzione di proporre lui e Gianni Boncompagni per la radio, ai dirigenti Rai.

Il nome del programma fu ovviamente cambiato in  “Alto Gradimento”. Fu un successo!

Showman davvero unico nel suo stile, Renzo Arbore ha fatto la storia dello spettacolo italiano. Spesso contrapposto televisivamente a Pippo Baudo, come lo storico conduttore siciliano, è laureato anche lui in giurisprudenza. La sua strada però non è quella dell’avvocato.

La toga non era adatta al cantautore, musicista, conduttore televisivo e radiofonico brillante, l’istrione Renzo, nato a Foggia, che, grazie al suo amore per la musica, in particolare Jazz e musica leggera, vinse nel 1964 un concorso indetto dalla Rai.

Partecipò poi al corso di “maestro programmatore di musica leggera” dove avvenne lo storico incontro con Gianni Boncompagni che diventò il suo “compagno di banco” e di “merende” e coautore di trasmissioni radiofoniche di grande successo successo.

Dopo “Alto Gradimento”, con la banda composta da Mario Marenco, Giorgio e Franco Bracardi e Marcello Casco, confezionò, sempre per la radio, “Bandiera Gialla” riscuotendo un discreto successo. Poi fu tutto un crescendo: L’altra domenica, Cari amici vicini e lontani, Per Voi Giovani, versione televisiva di un format radiofonico.

Strepitosi programmi furono “Quelli della notte” e  “Indietro tutta!”. Il pubblico era entusiasta e incollato spesso fino a tarda notte davanti alla Tv.

“Meravigliao!”. Le sue sigle e i motivetti irriverenti e ironici sono ancora conosciuti e cantati da tutti.

Nel 1996 fu direttore artistico dei programmi Radio RAI.

Che talento e che successo ottenne il “ragazzo”di Foggia! Radio e televisione, risate e musica dal Tavoliere alla capitale. Grande musicista, fondò l’Orchestra italiana.

Renzo Arbore e Gianni Boncompagni sono stati tra i primi in assoluto a passare in radio i brani dei Beatles, che erano ritenuti all’epoca non adatti dai dirigenti Rai.

Ha avuto il merito di scoprire e lanciare tantissimi talenti e nuovi personaggi fra i quali Roberto Benigni, Gegè Telesforo, Giorgio Bracardi, Mario Marenco, Marisa Laurito, Nino Frassica, Milly Carlucci, Daniele Luttazzi e valorizzarne altri come Michele Mirabella, Luciano De Crescenzo e la Microband, l’attrice Maria Grazia Cucinotta, Nina Soldano, le conduttrici televisive Luana Ravegnini e Ilaria D’Amico, l’attore Francesco Paolantoni la cantante Pietra Montecorvino e molti altri.

Auguri dunque a Renzo Arbore “Meravigliao” e…avanti tutta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *