Emax:opinionenonrichiesta

Molti vorrebbero abbatterle e alcuni lo hanno fatto, ma siamo sicuri sia la cosa giusta?

Un popolo ha il diritto di abbattere una statua, ha il diritto di scegliere i simboli del passato. Ma cancellare il passato è la strada da seguire? Buttando giù una statua, non si cancella il passato, non si cancellano fatti e nefandezze, quelle rimangono. L’unica cosa che si cancella buttando giù una statua è la memoria dei fatti e senza memoria, un popolo non ha futuro, senza memoria, si commetteranno gli stessi errori fatti in passato.

Pochi giorni fa è stata imbrattata la statua di Montanelli, non starò qui a dire se è giusto o sbagliato, ma se quella statua non fosse mai stata realizzata, oggi saremmo a conoscenza delle nefandezze fatte da quell’uomo? Sapremmo della sposa bambina, delle violenze, del colonialismo e del razzismo? Se abbattessimo la statua di Colombo e magari le piramidi d’Egitto, cancelleremo solo la storia, di cui certo non siamo responsabili, ma di cui abbiamo il dovere di avere memoria, affinché non si ripeta.

Non buttiamo giù le statue, ma erigiamone di nuove, mettiamo accanto alla statua di Montanelli, quella della sposa dodicenne Eritrea.

Creiamo nuovi simboli, diamo voce alle vittime, perché solo così potremmo dare giustizia ai deboli, agli oppressi a alle vittime spesso dimenticate. E avremmo la possibilità di una ricostruzione fedele del passato.

Non una statua in meno, ma cento in più…a futura memoria.

By EMAX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *