Piacevoli novità per i patentati del comprensorio orvietano e viterbese che hanno la patente scaduta o in scadenza. Infatti le patenti in scadenza tra 1° febbraio 2020 e 31 agosto 2020 avranno la validità prorogata di sette mesi.

L’Italia ha fatto suo ufficialmente il regolamento dell’Unione europea 698/2020, regolamento approvato lo scorso 25 maggio che, per l’emergenza coronavirus e in funzione del successivo ritorno alla libera circolazione tra i Paesi dell’Unione, ha deciso di prorogare su tutto il suo territorio per sette mesi le scadenze delle patenti di guida, delle revisioni di auto e motoveicoli, e la carta di qualificazione del conducente.

Il nostro Paese ha prontamente recepito tale delibera e con circolare numero 0051340 del ministero dell’Interno datata 5 giugno 2020 ha ufficializzato queste nuove scadenze che hanno validità dal 4 giugno 2020 in tutti gli Stati dell’Unione Europea, Italia compresa.

Quindi con questa circolare tutte le patenti di guida, scadute o in scadenza tra il primo febbraio e il 31 agosto 2020, avranno validità prorogata di sette mesi dalla data di scadenza indicata e in tale periodo il titolare potrà liberamente circolare in tutti gli stati dell’Unione Europea, Italia compresa.
In pratica le patenti scadute il primo febbraio avranno validità legale fino alla fine di agosto; le patenti scadute alla fine di agosto avranno valore legale fino alla fine di marzo 2021.

Questa decisione presa dall’Unione Europea è di molto migliorativa rispetto alla norma introdotta dal decreto Cura Italia dal nostro Paese nel marzo scorso.

Con quel provvedimento era stata prorogata fino al 31 agosto 2020 la validità delle patenti in scadenza dal 31 gennaio.

Stesso identico discorso per quanto concerne il discorso revisione autoveicoli.

Con il nuovo regolamento Ue del 25 maggio e valido in Italia dal 4 giugno si prorogano egualmente di sette mesi le revisioni di tutti i veicoli a motore con scadenza tra il primo febbraio e il 31 agosto 2020. Durante questo periodo i veicoli interessati potranno circolare liberamente sul territorio dell’Unione Europea, Italia compresa.

Per quanto riguarda i ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli, essi potranno circolare sul territorio nazionale fino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la revisione scaduta.

Per quanto riguarda la carta di qualificazione del conducente, cioè l’abilitazione di guida professionale necessaria ai conducenti per il trasporto di merci o persone su strada, il termine di scadenza viene a sua volta prorogato di sette mesi e in questo periodo è consentito loro circolare con validità legale su tutto il territorio dell’Ue, Italia compresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *