La moglie di Li Wenliang, il medico morto che per primo aveva avvertito sul Coronavirus, ha dato alla luce il loro secondo figlio.

È nato il figlio di Li Wenliang, il medico cinese che aveva lanciato per primo l’allarme del Coronavirus. È stato arrestato dalle autorità di Wuhan con l’accusa di aver diffuso delle false affermazioni, ma poi ha contratto lui stesso il Covid-19 ed è stato ricoverato in terapia intensiva, dove si è spento a 33 anni.

“Marito mio, ci vedi dal paradiso? Oggi è nato l’ultimo regalo che mi hai fatto. Lavorerò sodo per amarli e proteggerli”, è quanto ha scritto la moglie vedova, Fu Xuejie. Ha accompagnato le sue parole con la foto del neonato, il secondogenito, frutto del loro amore.

Il medico è morto agli inizi dello scorso febbraio, dopo essere risultato positivo al Coronavirus e peggiorato giorno dopo giorno. La sua foto si è diffusa in ogni parte del mondo e oggi Li Wenliang è conosciuto come quel medico che ha denunciato a dicembre una malattia misteriosa, simile alla Sars e che è stato messo a tacere dalle autorità.

Li Wenliang aveva analizzato le carte del pronto soccorso e lui stesso aveva in cura un paziente che resisteva ad ogni trattamento contro l’influenza. Ha provato a lanciare l’allarme ai suoi colleghi, parlando di questa strana malattia, ma è stato denunciato ed arrestato nel mese di gennaio per diffusione di false voci.

È tornato al lavoro, una volta scarcerato, curando pazienti positivi e alla fine è stato contagiato dal Coronavirus ed è morto.

La moglie si è ritrovata senza l’uomo che amava, con un bambino di 5 anni e con un altro nel grembo, che non ha potuto conoscere il suo papà.

Si è ritrovata da sola a crescere due bambini, figli di un medico che ha dato la propria vita per salvare quella degli altri.

Una donna che spera che suo marito la stia guardando dal paradiso e che abbia visto il loro bambino appena nato.

FONTE: Bigodino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *