Accordo con Astrazeneca per l’approvvigionamento di 400 milioni di dosi da destinare a tutta l’Europa. Prima tranche entro la fine dell’anno.

Roberto Speranza la definisce «una notizia molto bella e importante». E, almeno sulla carta, dovrebbe essere così. Il ministro della Salute annuncia in un post su Facebook che, insieme ai colleghi di Germania, Francia e Olanda, ha sottoscritto «un contratto con Astrazeneca per l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino da destinare a tutta la popolazione europea. Il candidato vaccino – scrive ancora il ministro – nasce dagli studi dell’Università di Oxford e coinvolgerà nella fase di sviluppo e produzione anche importanti realtà italiane». Speranza, prima di pubblicare questo post, ha informato di questo accordo il Consiglio dei ministri e gli ospiti presenti agli Stati generali dell’economia che si stanno svolgendo a Villa Pamphili a Roma.

«L’impegno – continua il titolare della Salute – prevede che il percorso di sperimentazione, già in stato avanzato, si concluda in autunno con la distribuzione della prima trance di dosi entro la fine dell’anno. Un primo promettente passo avanti per l’Italia e per l’Europa. Il vaccino è l’unica soluzione definitiva al Covid 19. Per me andrà sempre considerato un bene pubblico globale, diritto di tutti, non privilegio di pochi», sottolinea.

Astrazeneca è un’azienda biofarmaceutica svedese-britannica nata dalla fusione di Astra AB e Zeneca Group. In Italia ha la sua sede principale a Basiglio, in provincia di Milano, e occupa complessivamente 650 dipendenti. L’azienda si è impegnata ad assicurare la produzione di 2 miliardi di dosi su scala globale di un vaccino che al momento è già in fase sperimentale sull’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *