Un dramma famigliare colpisce Gennaro Gattuso. Nelle scorse ore è morta la sorella Francesca, ricoverata dallo scorso febbraio all’ospedale di Busto Arsizio.

Proprio come l’attuale allenatore del Napoli, da anni si era trasferita a Gallarate, dove l’ex calciatore del Milan e della Nazionale ha deciso di piantare radici, aprendo anche due rinomate attività commerciali.

Morta a 37 anni

Francesca aveva solo 37 anni, un figlio di tre anni, soffriva di una forma molto aggressiva di diabete. Si era sentita male lo scorso 3 febbraio mentre Gattuso era impegnato in trasferta contro la Sampdoria. L’allenatore, appresa la notizia al termine della partita, partì immediatamente da Genova per raggiungere la terapia intensiva dell’ospedale di Circolo, dove la sorella era stata immediatamente operata.
Lottare è nel dna della famiglia Gattuso. Francesca lo ha fatto per quattro lunghi mesi, ma questa mattina si è arresa. L’allenatore ha appreso la tragica notizia mentre si trovava a Castel Volturno, nel centro di allenamento della squadra partenopea.

Grande vicinanza da parte del Milan che ha manifestato dolore e solidarietà all’ex campione rossonero:

“Francesca Gattuso ha affrontato la malattia con la stessa carica e la stessa solarità con cui ha vissuto Milanello e il Milan ogni giorno. Rino, il tuo immenso dolore e quello della tua famiglia è anche il nostro. Riposa in pace cara Francesca”.

Cordoglio anche da parte del popolare opinionista e giornalista rossonero, Mauro Suma: “Abbiamo tutti il cuore che pesa e le lacrime agli occhi, Rino. Riposa in Pace Francesca cara”.

Il dolore del Napoli

Su Twitter anche il dolore del Napoli e del presidente De Laurentiis. “Aurelio De Laurentiis con la moglie Jacqueline e i figli Luigi, Edoardo e Valentina, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra, tutta la Ssc Napoli e la Filmauro, abbracciano forte Rino Gattuso e partecipano al suo immenso dolore per la scomparsa della sorella Francesca”.

Fonte: https://www.malpensa24.it/rino-gattuso-francesca/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *