A darne l’annuncio è stato l’Australian Reptile Park che ha postato un video in cui si vede il cucciolo che viene accudito da alcuni veterinari

Si chiama Ash, dall’inglese cenere, ed è il primo koala nato dopo gli incendi che qualche mese fa hanno distrutto vaste zona dell’Australia.

FIRST KOALA JOEY OF THE SEASON!

We have a very special announcement… Our very first koala of the season has popped out of Mums pouch to say hello! 🐨Keepers have decided to name her Ash! Ash is the first koala born at the park since the tragic Australian bushfires and is a sign of hope for the future of Australia’s native wildlife.

Gepostet von Australian Reptile Park am Montag, 25. Mai 2020

Nel mezzo dell’epidemia da coronavirus, è facile dimenticare che l’Australia ha già sofferto molto nel 2020, sulla scia della peggiore stagione degli incendi mai registrata. Secondo il Dipartimento degli affari interni australiano, 33 esseri umani hanno perso la vita, oltre 12,6 milioni di ettari di terra sono stati bruciati e un miliardo di animali è morto tra gli incendi. Una delle specie animali colpite più duramente sono stati i koala – con alcuni rapporti che indicano che, sulla costa nord-occidentale del Nuovo Galles del Sud, uno degli stati australiani più colpiti, potrebbe aver perso la vita il 30% della specie. Ma ora, in un momento in cui c’è bisogno di buone notizie, l’Australian Reptile Park ha dato il benvenuto al primo koala nato dopo la catastrofica stagione degli incendi boschivi. Nel video, pubblicato dalla pagina Facebook del parco si vedono alcuni veterinari che si prendono cura del piccolo. “Abbiamo un annuncio importante“, si legge nella didascalia del video. “E’ nato Ash, il primo koala venuto al mondo dopo i tragici incendi che hanno colpito l’Australia e speriamo questo possa essere un segnale di speranza per il futuro“.

Dopo una chiusura temporanea di due mesi a causa del coronavirus, l’Australian Reptile Park riaprirà le sue porte lunedì 1 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *