Emax:opinionenonrichiesta

Aveva ragione la vecchia che non voleva morire, perché diceva che aveva altre cose da imparare.

Ogni giorno impariamo cose nuove e non cose di poco conto, ma cose veramente importanti…sapevate ad esempio che se l’indice di contagio è 0,51, per infettarvi serve incontrare contemporaneamente due positivi al Covid-19?

Oppure…lo sapevate che i dinosauri sono scomparsi perché li ha sconfitti l’uomo?

E che portare la mascherina vi uccide? Non lo sapevate vero?

Fortunatamente ci sono geni estremamente dotati intellettivamente che hanno deciso di mettere a disposizione di noi, popolo ignorante, queste preziose informazioni.

Cosa avremmo fatto senza di loro, nessuno lo sa e lo saprà mai.

E mentre queste menti geniali cercano di tirarci fuori dalla nostra mostruosa ignoranza, mentre loro cercano con tutte le forze di istruirci, ci sono i due Stati più potenti al mondo che invece di interrogarsi su questi argomenti di vitale importanza, giocano come dei bambini a Risiko e sono sull’orlo della guerra fredda:

“Con gli Usa siamo a un passo da una nuova Guerra Fredda”.

Ha detto il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi, parlando in conferenza stampa a margine dei lavori della sessione parlamentare.

Il ministro ha poi aggiunto che i due paesi “non dovrebbero avere conflitti e cooperare in una logica win-win e di rispetto reciproco”.

“Gli Usa devono rinunciare a voler cambiare la Cina e rispettare” la sua volontà di sviluppo della nazione.

Per calmare gli animi nel frattempo il Presidente Trump, ha dichiarato che intende riprendere i test nucleari interrotti nel 1992.

Capito? Mentre noi diamo importanza e siamo distratti dalle stupidaggini che escono dalla bocca di qualche “plusdotato mentale”, c’è qualcuno che oltre a dirle (le stupidaggini intendo) le mette in atto…e le conseguenze non saranno certo le quattro risate che ci fanno fare i “geni” di casa nostra.

Io credo che dovremmo un attimino rivedere le nostre priorità…non lo credete anche voi?

By EMAX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *