Quando nel 2019 nelle liste del Bilderberg mi accorsi che c’era anche Matteo Renzi, mi resi subito conto che il cartello finanziario lo avrebbe utilizzato come ago della bilancia politica in Italia.

Qualche mese dopo, infatti, Matteo Renzi propose l’alleanza tra il Pd e il Movimento 5 Stelle, oggi al Governo insieme. E qualche mese dopo, creò il suo partito uscendo dal Pd e diventando l’ago della bilancia proprio come volevano in quei consessi internazionali.

In questi giorni, con la questione della sfiducia al ministro Bonafede, Matteo Renzi conferma di avere le redini in mano di questo Governo. E’ Matteo Renzi che oggi ha scongiurato una crisi di Governo. E’ Matteo Renzi che domani staccherà la spina a questo esecutivo.

Siamo nelle mani di un misero 2% di consensi degli italiani, perché tanto vale oggi il partito di Matteo Renzi. Eppure è lui che detta l’agenda politica.

La Matrix Europea, la verità dietro i giochi di potere – Con Francesco Amodeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *