Emax:opinionenonrichiesta

Da oggi finisce l’era dell’autocertificazione, del giustificato motivo di necessità, possiamo uscire, andare dove vogliamo (o quasi), riaprono quasi tutte le attività.

Da oggi la responsabilità passa a noi, al nostro modo di comportarci, di rispettare le regole.

Saremo così maturi da evitare il contagio di ritorno?

Sono trascorsi 70 giorni dal 9 marzo, 70 giorni in cui abbiamo sentito dire tutto e il contrario di tutto, il virus esiste, non esiste, è un’invenzione dei poteri forti, ci hanno tolto la libertà, ci hanno messo in galera, hanno chiuso troppo tardi, troppo presto, non avrebbero dovuto chiudere, di virus non si muore, ma si muore con il virus, (che poi qualcuno dovrebbe spiegarmi che cavolo di differenza fa) cure miracolose, medicinali miracolosi, Stati in cui il virus non contagiava nessuno, altri in cui contagiava tutti, la mortalità del 2/3/4/5%, facciamo i tamponi a tutti, non facciamoli a nessuno, tanto a cosa serve? Plasma superimmune boicottato dalle potenti case farmaceutiche, virus creato in laboratorio sparso nell’aria per controllarci…e si potrebbe continuare per ore ed ore…abbiamo ascoltato migliaia di teorie e verità, tutte poi smentite dai fatti.

Gli italiani si sono trasformati in virologi, statisti, economisti e pensare che siamo lo stato occidentale con il minor numero di laureati…ma a cosa serve lo studio, la dedizione, il sacrificio?

A nulla, non servono a nulla, noi leggiamo un titolo di un giornale, solo il titolo però, guai a perdere tempo a leggere l’articolo completo, quello è da sfigati, mica abbiamo tempo da perdere noi…ecco, leggiamo quel titolo e ne traiamo conclusioni che diventano realtà assoluta.

Oggi è 18 maggio 2020, da oggi la palla passa nelle nostre mani, non potremo più prendercela con nessuno, se non con noi stessi, se la curva dei contagi dovesse riprendere a salire.

Devo dire la verità, sono preoccupato, molto preoccupato, cosa accadrà?

Saremo in grado di gestirci e gestire la situazione?

Questa tana libera tutti a me fa paura, sono preoccupato, sono preoccupato per i nostri anziani, per gli operatori sanitari, sono preoccupato per la nostra economia..se la curva risalisse pericolosamente e si dovesse procedere ad una nuova chiusura totale, sarebbe la fine per tutti noi.

Da oggi non potremo più prendercela con quel cattivone di Conte che ci dice cosa fare e cosa non fare, non potremo più scaricare la responsabilità sul governo, da oggi saremo noi gli artefici del nostro futuro.

Volevate tornare alla normalità? Ecco, la normalità è tornata, facciamone buon uso, siamo liberi…ma ricordate la libertà ha un prezzo e quel prezzo è la responsabilità di saperla mantenere.

By EMAX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *