parlamento europeo

Sì da Pd-M5s. Centrodestra si spacca: Lega e Fdi astenuti, Fi a favore. Via libera a larghissima maggioranza a una risoluzione in cui si chiede, tra le altre cose, un Fondo per la ripresa finanziato attraverso l’emissione di obbligazioni garantite dal bilancio Ue.

Sul Recovery fund c’è anche il sostegno del Parlamento europeo. L’assemblea ha approvato a larghissima maggioranza una risoluzione che chiede, tra le altre cose un Fondo per la ripresa da 2mila miliardi di euro, finanziato attraverso l’emissione di obbligazioni garantite dal bilancio Ue, aggiuntivo rispetto all’Mff 2021-27. Il documento chiede anche l’introduzione di nuove risorse proprie per finanziare il bilancio comunitario, cosa che consentirebbe di evitare di chiedere troppi contributi aggiuntivi agli Stati membri. Il via libera è arrivato con 505 voti a favore, 119 contrari e 69 astensioni. A sostegno del provvedimento, che in linea generale rispecchia le richieste fatte dall’Italia e dai Paesi del Sud e dalla Francia per affrontare l’emergenza coronavirus, si è espressa tutta l’area di governo italiana: quindi gli europarlamentari M5s e Pd. Si è invece spaccato il centrodestra, confermando di avere una linea non omogenea all’interno della coalizione sugli aiuti necessari per far fronte alla crisi: Lega e Fratelli d’Italia si sono astenuti, mentre Forza Italia ha votato a favore. Una divisione che era in parte già stata annunciata e che conferma le tensioni all’interno della compagine di opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *