balene blu

Dopo anni i numeri delle presenze delle balene blu dell’antartico sono finalmente in crescita nell’oceano Atlantico.

i dati non sono ancora rassicurante per l’animale più grande della terra, che può arrivare ad una lunghezza di 30 metri e con un peso massimo registrato di 170 tonnellate 

la balena blu antartica, infatti è ancora posizionata per numero di esemplari nella Critically Endangered, ovvero la posizione nella lista rossa, un grandino prima dell’estinzione di tutti gli esemplari,

ma i numeri di quest’anno hanno lasciato tutti sorpresi soprattutto il team del British Antarctic Survey che ne ha contati 3000 esemplari, con una popolazione in crescita e una ripresa senza precedenti rispetto agli anni passati

La popolazione delle balene blu è stata sterminata negli anni a causa della caccia commerciale di questi animali iniziata nel 1904 che portato in 60 anni gli esemplari da 176.000 alle poche decine degli scorsi anni, con una diminuzione del 97% questa pratica è poi stata vietata solo molti anni dopo, nel 1986 quando la specie sembrava essere prossima all’estinzione,

il team di scienziati che fanno parte del British Antarctic Survey ha contato 55 megattere aggirarsi intorno all’arcipelago sub-antartico della Georgia del Sud. Un numero favorevolmente in salita che si posiziona in linea con i dati dello scorso anno in cui si era registrato nell’arco di 21 giorni, sempre nelle stesse zone il passaggio di quasi 800 balene blu

Trevor Branch dell’Università di Washington ha raccontato alla BBC

“È incredibile pensare che in un periodo tra i 40 e i 50 anni, ho assistito solo a due avvistamenti di balene blu intorno alla Georgia del Sud Dal 2007, ci sono stati forse un paio di avvistamenti più isolati. Quindi passare da praticamente a nulla a 55 in un anno è sorprendente e senza precedenti”

mentre Jennifer Jackson, ecologista del British Antarctic Survey ha spiegato:

«Dopo tre anni di sondaggi, siamo entusiasti di vedere così tante balene blu antartiche. Per una specie così rara, questo è un numero senza precedenti che suggerisce che le acque della Georgia del Sud saranno un importante terreno di alimentazione estiva per questa specie rara e poco conosciuta.

Questi sono luoghi in cui sia la caccia alle balene, così come delle foche, sono state ampiamente svolte. È chiaro che il divieto dalla caccia ha funzionato».

Durante l’ultimo censimento i ricercatori sono anche riusciti a ottenere campioni biologici degli animali per poter studiare meglio la loro salute.

Le balene blu antartiche tornano a prosperare nell’Atlantico

Fonti: WWF UK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *