La soglia in via di definizione, ma più fonti confermano che non si supererà questa cifra. Allo studio anche i tetti per le Ffp2 e Ffp3

Le mascherine chirurgiche non potranno costare più di un euro. Nei giorni scorsi il commissario straordinario all’emergenza Coronavirus era stato chiaro: “Presto – aveva detto Domenico Arcuri – fisseremo un prezzo massimo. Le vergognose speculazioni a cui abbiamo assistito non devono più ripetersi”. Il tetto ufficiale è in via di elaborazione: ci sono molti fattori che gli esperti stanno vagliando. Oltre ai costi di produzione, infatti, vanno considerati anche i ricarichi che permettono agli intermediari e ai punti vendita finali di non andare in perdita.

È tutta una questione di numeri. Quando si arriverà al totale, potrebbe essere anche Palazzo Chigi a emettere un decreto. Un atto più stringente rispetto a un’ordinanza. In ogni caso, secondo indiscrezioni confermate da più fonti, per un singolo dispositivo base di protezione facciale nessuno potrà chiedere più di un euro. Per quanto riguarda le mascherine Ffp2 e Ffp3 non sono ancora stati stabiliti range minimi, ma gli esperti e i consulenti della Protezione civile sono al lavoro per arrivare alla definizione di un tetto.

Per ora resta in vigore quanto già stabilito dall’ordinanza firmata dallo stesso Arcuri lo scorso 9 aprile, secondo cui nelle farmacie una singola mascherina non può essere venduta a un prezzo maggiore del totale della confezione diviso per il numero di pezzi. Per capirsi meglio, se in una scatola ci sono 5 mascherine e il costo totale è 10 euro, al cliente non potranno essere chiesti più di 2 euro. Quando verrà definito il prezzo massimo, ovviamente – se il tetto sarà quello di cui si parla – nessuno potrà esigere più di un euro. Ma come si è arrivati a definire questa cifra?

Prima dell’emergenza sanitaria globale le mascherine chirurgiche a tre veli venivano vendute attorno ai 40 centesimi l’una. Perché ora, invece, il prezzo massimo si aggirerà attorno all’euro? Per capirlo bisogna risalire la catena di produzione, Quasi tutti i dispositivi di protezione facciale vengono ancora prodotti in Cina. Secondo gli importatori, i costi per le mascherine di uso civile si aggirano tra i 20 e i 30 centesimi. Chi si occupa di far arrivare questi prodotti in Italia, ovviamente, deve pur guadagnarci qualcosa e perciò applica un ricarico che può essere attorno al 10-15%. I grossisiti locali fanno lo stesso e applicano percentuali simili. I punti vendita finali – farmacie o supermercati, per intenderci – applicheranno un ulteriore aumento di prezzo, attorno al 20-25%. Ed è così che si arriva, se le percentuali di profitto restano ragionevoli, a un cartellino finale che è di circa un euro. Per questo i prezzi che si sono visti nelle settimane scorse, ben sopra i 6 euro in alcuni casi, sono irragionevoli e applicati solo per trarre il massimo profitto possibile in una situazione di emergenza.

Proviamo ora a vedere quanto potrebbero costare i dispositivi che proteggono dalle infezioni (le mascherine chirurgiche, infatti, servono a tutelare gli altri da un potenziale contagio) e quanto potrebbe essere il prezzo massimo. Le Ffp2, prima del Covid-19, partivano da circa un euro. Oggi possiamo assumere che la ‘base’ sia raddoppiata. Se aggiungiamo ai due euro iniziali tutti i ricarichi, si arriva a un cartellino finale che si aggira sui 6 euro. Per le Ffp 3, partendo da 2,6 euro circa, si arriva a un prezzo finale che si aggira sui 9 euro. Questi calcoli, è bene specificarlo, sono necessariamente incompleti. Altri fattori, nel frattempo, come la carenza dei materiali, potrebbero essere intervenuti e potrebbero causare un aumento dei prezzi.

Molti impianti produttivi, nelle settimane scorse, si sono riconvertiti per produrre mascherine di tutti i tipi. L’obiettivo dell’Italia è quello di arrivare a una produzione in loco sufficiente a garantire il fabbisogno di mascherine, stimato, nel pieno della crisi in almeno 90 milioni di dispositivi al mese. Se non avessimo più bisogno di importare le mascherine, ovviamente i prezzi potrebbero calare ulteriormente.

 

Fonte: https://www.quotidiano.net/cronaca/coronavirus-mascherine-prezzo-1.5114838

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *