Nel valzer delle nomine, che in piena emergenza coronavirus tiene banco nel governo, non c’è solo l’occupazione “travagliana” dell’Eni a far discutere. C’è anche l’amico del liceo di Luigi Di Maio, premiato con una nomina nel Cda della Leonardo Spa (ex Finmeccanica).

Qualcuno, come il leghista Claudio Borghi, lo fa notare con ironia. “Certo che mettere il suo (di Di Maio) compagno di classe Carmine America nel cda di Finmeccanica è un tocco di classe… Pensavo dovessero votare su Rousseau…”.

Si scherza, ma c’è poco da ridere. Nella pioggia di nomine dell’ultim’ora, il ministro degli Esteri Di Maio avrebbe fatto da asso pigliatutto. Nei ruoli chiave della nuova governance di Leonardo Spa, la cui lista è stata presentata ieri dal Mef, c’è dunque anche il suo amico Carmine America, un ex studente del Liceo “Vittorio Imbriani” di Pomigliano d’Arco. Il funzionario della Farnesina è tra i designati per i componenti del nuovo Cda di Leonardo (ex Finmeccanica) anche in virtù, ovviamente, di un curriculum di tutto rispetto e della solida militanza al fianco dell’amico. Attuale Consigliere speciale proprio del Ministro Di Maio con particolare riguardo per la sicurezza internazionale e la politica di difesa. In precedenza è stato Consigliere speciale sempre di Di Maio quando quest’ultimo ricopriva le cariche di Vice Primo Ministro e Ministro dello Sviluppo economico, lavorando su questioni di sicurezza nazionale, politica industriale di difesa e strategia nazionale spaziale e aerospaziale. Secondo i giornali specializzati, in “quota” Di Maio, sempre nel Cda di Leonardo, ci sarebbe anche Paola Giannetakis, già papabile, su indicazione di Di Maio, alle ultime elezioni politiche, come ipotetico Ministro dell’Interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *