martinelli

Svolta nel mistero della scomparsa della maestra Luciana Martinelli, ventisettenne di Pietralata scomparsa dal quattro aprile. Infatti, oggi, domenica 19 aprile, il cadavere  di una ragazza, ancora riconoscibile,  è affiorato dalle acque del Tevere ,  avvistato da un passante che allarmato ha chiamato la polizia.

Il tatuaggio dell’impronta di un cane sulla spalla destra ed i vestiti che erano quelli che aveva quando è scomparsa hanno confermato la peggiore delle ipotesi. Il corpo ripescato è proprio quello di Luciana Martinelli, la ventisettenne di Pietralata, che insegnava lingue per bambini e volontaria in un canile municipale.

Di lei non si avevano più notizia dopo che la notte tra il 3 ed il 4 aprile era uscita di casa, dove abitava con la sorella con una Volkswagen Up nera che era stata ritrovata nei giorni scorsi poco distante da dove è stata fatta questa mattina la raccapricciante scoperta. L’ultimo avvistamento era stato fatto da un meccanico e da alcuni residenti di Ponte Milvio a cui la donna aveva chiesto aiuto dopo essere rimasta in panne con l’auto.

Sul cadavere la polizia ed il vigili del fuoco del nucleo sommozzatori che, insieme ai sanitari del 118 hanno effettuato il recupero ad un primo esame medico non c’erano segni evidenti di violenza. Sarà l’autopsia, disposta per la prossima settimana a chiarire se a provocarne la morte possa essere stata una causa diversa dall’annegamento o dal suicidio.

Fonte: https://www.leggo.it/italia/roma/svolta_sulla_scomparsa_maestra_luciana_martinelli_ritrovata_cadavere_tevere-5180210.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *