Maurizio Costanzo, che il mese scorso aveva fatto scalpore per le sue affermazioni relative all’intenzione di uscire comunque nonostante l’età avanzata, ha raccontato al Corriere della Sera come sta vivendo la quarantena con la moglie Maria De Filippi.

Nel corso dell’intervista rilasciata al CorseraMaurizio Costanzo ha rivelato innanzitutto di indossare la mascherina nel corso dei tragitti in auto. Il giornalista ha altresì sottolineato che la utilizzano le persone che lavorano quotidianamente gomito a gomito con lui, dagli uomini della scorta fino alle segretarie.

Ironizzando sulla situazione attuale che vede tutta Italia chiusa in casa, Costanzo ha specificato di non essere una persona mondana, ricordando anche i tempi della sua infanzia quando, durante la guerra, non usciva di casa.

“Poi ho sposato Maria, un’altra casalinga”: queste le parole di Maurizio Costanzo che, ha ricordato anche che, nel corso dei 25 anni di matrimonio e dei 3 di fidanzamento, lui e la De Filippi non hanno mai frequentato salotti o fatto cene a lume di candela fuori casa. Al giornalista, infatti, piace aspettare la consorte tra le mura domestiche la sera per mangiare.

“Mi mancano i pranzi con i figli”

Nonostante la serenità coniugale che caratterizza le sue giornate con Maria De Filippi, a Maurizio Costanzo in questa quarantena mancano i pranzi con i figli. “Aspetto che si allentino le misure di sicurezza per ripristinare un po’ di vecchie abitudini”: questi sono i progetti di Costanzo per il prossimo futuro. Il giornalista ha ricordato che, in ogni caso, lui e i suoi figli si sentono spessissimo.

Il giornalista parla spesso anche con i nipoti ma con telefonate tradizionali e non tramite videochiamata. Costanzo ha specificato di non fare video chat con i nipoti in quanto è “antico” e ha giustamente fatto presente che loro hanno la possibilità di vedere spesso in tv il nonno.

Fonte: https://www.cronacasocial.com/maurizio-costanzo-come-vive-la-quarantena-con-maria-de-filippi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *