La madre di Carla è morta nel Centro Don Gnocchi di Milano. Le vittime sono 140 e i contagiati tantissimi dopo che diversi pazienti positivi sono stati trasferiti dall’ospedale alla Rsa. La struttura non è l’unica sotto accusa.

Il personale delle Rsa senza dispositivi di sicurezza e senza possibilità di proteggere sé stesso e gli ospiti dal contagio. Le famiglie angosciate dall’assenza di informazioni chiare sulla salute dei loro parenti.

Gli anziani ricoverati messi a contatto con altri ospiti positivi e poi lasciati morire nei loro letti, lontani dai propri cari.

È questo il dramma che si è consumato e continua a consumarsi nelle case riposo della Lombardia e non solo. Ma alcuni dipendenti hanno iniziato a denunciare e la verità comincia ad emergere. “Hanno portato pazienti positivi Covid dentro le Rsa ma senza tutelare le persone che erano già dentro le strutture. E’ come ucciderli”, dice Carla che non ha potuto salutare sua mamma per l’ultima volta. E ora chiede solo una cosa: “Qualcuno la deve pagare. La morte di mia madre deve servire a qualcosa”

 

Fonte: https://www.la7.it/piazzapulita/video/coronavirus-la-strage-degli-anziani-nelle-rsa-inizia-a-fare-rumore-09-04-2020-318793

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *