Due ragazzini baresi hanno aggredito il conducente di un autobus della Amtab, l’azienda municipalizzata di Bari che si occupa del trasporto pubblico urbano. L’uomo gli aveva chiesto di spegnere la sigaretta che stavano fumando ma è stato picchiato ed ha riportato la frattura del setto nasale con prognosi di 25 giorni.

Stando a quanto accertato dai carabinieri intervenuti sul luogo dell’aggressione, il conducente avrebbe invitato i due minorenni a gettare la sigaretta che avevano acceso a bordo del mezzo pubblico.

Alla richiesta i due giovani hanno risposto negativamente: ne  sarebbe nato un battibecco sfociato nella violenta aggressione, avvenuta intorno alle 13 sulla linea 19 in zona San Pio. Quando i carabinieri sono arrivati, i due giovani erano scappati e non erano presenti altri passeggeri che potessero testimoniare quanto accaduto. Gli inquirenti hanno chiesto l’acquisizione dei video delle telecamere interne del bus per identificare i due aggressori. Mauro Mongelli, segretario generale nazionale Faisa Cisal, ha espresso “solidarietà per la vile aggressione” all’autista. Per il sindacalista “è inaccettabile che il personale debba essere sottoposto ad angherie e violenze, ma ancor più incomprensibile appare il clima di indifferenza che si sta ingenerando”. “Da anni – afferma Mongelli – richiamiamo l’attenzione dei ministeri competenti, a partire da quello degli Interni, affinché si facciano carico del grave problema per poter procedere, insieme con le parti sociali, all’analisi della situazione e all’elaborazione urgente delle opportune misure di prevenzione e protezione di operatori e utenti”.

 

Fonte. https://www.fanpage.it/attualita/bari-autista-chiede-a-due-ragazzini-di-non-fumare-sul-bus-loro-gli-rompono-il-naso/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *