Revocato il punto di maggior attrito con i sindacati, l’instaurazione di un’età di equilibrio a 64 anni per ottenere la pensione a tasso pieno. Lacrimogeni e cassonetti bruciati

Il governo francese ha annunciato il ritiro “provvisorio” dal progetto di legge per la riforma delle pensioni del punto che creava più problemi con i sindacati, l’instaurazione di un’età di equilibrio a 64 anni per ottenere la pensione a tasso pieno.

Intanto violenti scontri sono in corso a Parigi alla manifestazione contro la riforma delle pensioni. Lacrimogeni, cassonetti in fiamme, lancio di oggetti contro la polizia, cariche: l’intero quartiere è teatro di incidenti. I disordini sono diminuiti di intensità all’avvicinarsi della Bastiglia e il grosso del corteo, nel quale si trovano fra l’altro tutti i leader sindacali oltre a centinaia di gilet gialli, ha ripreso a sfilare nella calma.

Gruppi di black bloc hanno appiccato le fiamme a un grosso pannello pubblicitario accanto a un hotel a pochi metri dalla Bastiglia, rendendo necessario l’afflusso di camion di pompieri mentre sfila il corteo. L’arrivo della manifestazione sulla piazza della Bastiglia è avvenuto mentre si levavano alte, per circa 15 minuti, le fiamme dal pannello incendiato. Danneggiata la facciata del palazzo e l’ingresso dell’hotel.

 

Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2020/01/11/manifestazione-a-parigi-scontri-e-cassonetti-in-fiamme_09e92ed1-5a8d-491c-81f2-40230af86079.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *