Serrande abbassate anche in Prati. E negli ultimi due mesi la capitale ha perso la libreria del Viaggiatore, la Colisuem e la Pecora elettrica di Centocelle a causa degli attentati incendiari

Ancora una brutta notizia per le librerie romane. Da domani chiuderanno la Feltrinelli International, di via Vittorio Emanuele Orlando, e la Feltrinelli di via Giovanni Pierluigi da Palestrina, all’angolo con piazza Cavour. Questa volta la colpa non è da attribuire al caro affitti, ma a una decisione del gruppo milanese, in affanno nella capitale per quanto riguarda i costi di gestione delle librerie anche dopo l’acquisizione, nel 2016, di sei punti vendita del gruppo Arion. Per quanto riguarda la Feltrinelli International, una parte dei libri saranno “salvati” e trasferiti nella sede attigua, sempre in via Vittorio Emanuele Orlando.

Per Roma è comunque una perdita grave: viene a mancare l’ultimo ritrovo di libri in lingua, conosciuto e apprezzato non soltanto dai turisti, ma anche dagli studenti stranieri che vivono nella capitale.

Secondo gli ultimi dati disponibili della Confcommercio, a Roma dal 2007 al 2017 hanno chiuso 223 librerie. Un’ecatombe  avvenuta il più delle volte nel silenzio delle istituzioni.

 

 

L’unico segnale arrivato finora è quello della Regione Lazio, che nell’ultimo bilancio ha stanziato per il 2020 un milione di euro per le librerie indipendenti, oltre a un fondo dedicato che prevede altri 250 mila euro per il 2020 e 300 mila euro per i due anni successivi.

 

 

 

Fonte: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/01/06/news/chiudono_due_librerie_feltrinelli_a_roma_scompare_la_international_ritrovo_di_turisti_e_studenti-245072398/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *