Una vergogna e i curdo-siriani hanno tutte le ragioni per indignarsi: “Il mondo è responsabile della nuova tragedia nel nordest della Siria”.

Lo ha scritto su Twitter Shervan Derwish, portavoce del Consiglio militare di Manbij, la città del nord della Siria che i miliziani curdi siriani contribuirono a liberare dal controllo dei jihadisti dell’Isis.
In un altro tweet, Derwish ha parlato di un “attacco brutale” e si interroga: “Abbiamo forse sbagliato a combattere l’Isis per il resto del mondo?”.

Fonte: https://www.globalist.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *