METEO ITALIA – Torna il MALTEMPO sul nostro Paese per i primi di ottobre, e con esso la NEVE sulle ALPI

DOMANI ARRIVANO LE PIOGGE TRA TOSCANA E LIGURIA
Nella giornata di domani lunedì 30 settembre potrebbe tornare in Italia un flusso perturbato, capace di creare dell’instabilità nelle località comprese tra la Toscana e la Liguria. I fenomeni, perlopiù di debole o moderata intensità, saranno attesi soprattutto nelle prime ore della notte, mentre in mattinata o tarda mattinata è prevista la cessazione degli stessi, con un nuovo miglioramento delle condizioni meteo.

Va meglio ancora sulle regioni centro-meridionali, ma anche sul resto del nord, con cieli in prevalenza soleggiati o poco nuvolosi e temperature stabili o in leggera flessione.

In questi ultimi giorni di settembre il tempo resterà nel complesso stabile e abbastanza soleggiato, con l’alta pressione che terrà lontane le perturbazioni atlantiche. Tuttavia deboli ma umide correnti occidentali attive sul Mediterraneo centrale causeranno temporanei e locali annuvolamenti al Nord e sul versante tirrenico. Le temperature resteranno insolitamente miti per il periodo, fino a 4-5 gradi al di sopra delle medie stagionali: al Centro-Nord punte fino a 26-28 gradi, al Sud anche fino ai 30 gradi.

ONDATA DI MALTEMPO IN ARRIVO NEL CORSO DELLA PROSSIMA SETTIMANA

Irruzione fredda, aria di orgine artica: sarà maltempo. Ma già nel weekend la situazione dovrebbe migliorare. Le previsioni del tempo per i prossimi giorni: fino a martedì clima estivo

Martedì nuvolosità fin dal mattino al Nord e sul versante tirrenico del Centro con piogge sparse da metà giornata nelle regioni settentrionali e in Toscana. Sereno o poco nuvoloso nel resto d’Italia. Tra sera e notte si intensifica il maltempo con rovesci e temporali anche di forte intensità sulle regioni settentrionali e in Toscana; fenomeni meno probabili in Emilia Romagna. Temperature in sensibile calo nei valori massimi nelle zone interessate dal maltempo, valori ancora oltre la media specialmente al Sud e nelle Isole maggiori. Venti deboli o moderati meridionali sui mari di Ponente e in Adriatico. Mercoledì piogge e temporali interesseranno ancora gran parte del Nord, tranne l’estremo Nord-Ovest, e si estenderanno alle regioni centrali e alla Campania con fenomeni localmente intensi in Friuli, sul Levante ligure e, dal pomeriggio, in Romagna, Toscana e Lazio. Qualche rovescio possibile anche in Sardegna e in Sicilia, prevarranno ancora le schiarite, invece, sul resto del Sud, in particolare su Puglia, Basilicata e Calabria. Il calo termico continuerà sulle regioni settentrionali, ma le temperature massime sono previste in calo anche al Centro e in Sardegna. Venti in generale intensificazione: da segnalare il Maestrale sulla Sardegna e venti moderati da sud sui mari meridionali. Giovedì venerdì il maltempo proseguirà all’estremo Sud e in Sicilia, ma con ancora un po’ di instabilità anche al Centro e in Sardegna, specialmente nella giornata di giovedì. L’aria più fredda si spingerà rapidamente anche verso il Sud Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *