La puntata di «Ulisse – il piacere della scoperta» dedicata a Leonardo ha vinto la serata contro «Amici Celebrities». Salini e De Santis: «Questo è servizio pubblico»

Tre milioni e 600mila spettatori, pari al 20% di share.

Leonardo da Vinci e Alberto Angela battono Maria de Filippi e i suoi Amici vip. Sorprendono – in positivo – i dati di ascolto del sabato sera televisivo.
Il secondo appuntamento della stagione di Ulisse – il piacere della scoperta, Il programma di e con Alberto Angela, in onda ieri, su Rai1, si è aggiudicato il prime time con 3 milioni e 614 mila telespettatori pari a 20 punti share. Un sorpasso sul filo di lana del programma di Canale 5 Amici Celebrities che ha totalizzato 3 milioni e 170.000 spettatori per uno share del 19.17%.

Il risultato ha fatto saltare di gioia i dirigenti Rai, con l’ad Fabrizio Salini che ha rivendicato: «Il sabato sera di servizio pubblico realizzato ieri con Ulisse riempie l’intera Rai di orgoglio e soddisfazione». Doveroso il ringraziamento ad «Alberto Angela e tutta la sua squadra di lavoro. E grazie a tutti i nostri telespettatori. Aver ottenuto un successo così importante con una puntata sul genio di Leonardo da Vinci rende il nostro sabato sera davvero prestigioso. Sono i contenuti con cui la Rai ha scritto la storia del Paese e sui quali deve impegnarsi sempre di più». Gli applausi arrivano anche  dal presidente della Rai, Teresa De Santis, che sottolinea: «Per la prima volta Rai1 vince con la cultura l’agguerrito prime time del sabato sera. È il trionfo di un grande romanzo pop, colto e insieme profondamente comunicativo, creato ad arte dalla maestria di Alberto Angela. A dimostrazione del fatto che la realtà e la cultura vincono sempre quando incontrano la qualità di una grande tecnica di narrazione». Seguono i complimenti per l’autore e per la sua squadra. 

Al coro si unisce anche il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini che su Twitter scrive: «Un grande successo è un’altra prova che cultura e qualità possono e debbono essere al centro della programmazione #Rai. Questo è il servizio pubblico che ci aspettiamo»

La notizia è stata accolta bene sui social network, tanto da andare in tendenza su Twitter. “Viva la cultura”, “Ci vorrebbe più tv di questo tipo”: scrivono molti utenti.

 

Fonte: lastampa.it/spettacoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *