In vista della legge di Bilancio il capo politico del M5s scrive un messaggio su Facebook per chiarire e rassicurare. E poi rilancia sulla riduzione degli eletti: “Ci aspettiamo tempi rapidi”

In vista della legge di Bilancio il capo politico del M5s scrive un messaggio su Facebook per chiarire e rassicurare: “Fermi tutti. Noi abbiamo come obiettivo quello di abbassare le tasse, non di aumentarle. E secondo me è totalmente sbagliato scatenare un dibattito ogni giorno per parlare di nuovi balzelli. Un governo che pensa ai cittadini lavora per bloccare l’aumento dell’Iva, che avrebbe comportato una spesa di più di 500 euro a famiglia, l’anno prossimo. Ed è questo Governo che noi sosteniamo. Un Governo – si legge nel post – che vuole fare il bene delle persone toglie tasse sul lavoro per permettere alle imprese di assumere nuova gente. Ed è così che avrà i nostri voti in parlamento”. Il riferimento è anche alle misure, ipotesi “praticabili” di cui ha parlato il premier Giuseppe Conte, che potrebbero riguardare i voli, le merendine e le bibite gassate. Questo proprio per il disinnesco delle clausole Iva da 23 miliardi nella prossima manovra.

“Sull’ambiente, un Governo degno di questo nome premia chi non inquina e disincentiva chi se ne frega. Ma tutto deve prevedere una transizione su un arco temporale di anni e permettere di convertire i propri stili di vita e le produzioni industriali e aziendali. Dobbiamo andare avanti anche con il salario minimo per mettere la parola fine agli stipendi da fame che percepiscono alcuni lavoratori. È inaccettabile – continua Di Maio – guadagnare 2-3 euro l’ora. Per questo vogliamo parlare del salario minimo da subito nel Def. È doveroso tutelare chi fatica dalla mattina alla sera.

A pochi giorni dalla presentazione della nota di aggiornamento al Def (nella quale molto probabilmente saranno dimezzate le stime di crescita allo 0,1%) – con una manovra che si ipotizza sui 30 anni miliardi – le rassicurazioni sono arrivate anche ieri dal ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli (M5s) e dal segretario del Pd Nicola Zingaretti, il quale si spinge anche a impegnarsi in una riduzione delle “tasse per i redditi medio bassi”.

“Se questo governo esiste, è perché lo sostiene il MoVimento 5 Stelle. Lavoreremo al documento di economia e finanze per permettere agli italiani di vivere un 2020 migliore. Questo è il nostro obiettivo ed è così che vogliamo andare avanti. Qualcuno dirà che stiamo dando un ultimatum al Governo. Ma io non sono stato eletto per passare le mie giornate a dire che non è così. A noi interessa parlare chiaro e portare a casa i risultati. E sempre per parlare chiaro, mercoledì alla Camera si decide quando calendarizzare l’ultimo voto sul taglio dei parlamentari. Ci aspettiamo tempi rapidi e zero scuse”. Mercoledì prossimo la capigruppo della Camera dovrebbe calendarizzare il quarto e ultimo voto sulla legge che porta il nome di Riccardo Fraccaro. “In 10 anni il taglio dei parlamentari può far risparmiare 1 miliardo di euro alle casse dello Stato”, ricordava ancora il ministro degli Esteri.

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *