L’automobile della 28enne Claudia Oliva è finita in un fosso al lato di via Cristoforo Colombo a Roma. La ragazza è morta praticamente mentre era al telefono con il suo fidanzato, il primo a dare l’allarme.

Claudia Oliva, 28 anni, era al telefono con il suo fidanzato mentre stava percorrendo in macchina via Cristoforo Colombo, sud di Roma. All’improvviso la voce della 28enne è stata sostituita da un inquietante rumore di lamiere. Praticamente il giovane ha sentito la sua ragazza morire in diretta telefonica.

E’ stato lui, intorno alle 3 della scorsa notte, a chiamare i primi soccorsi. Gli agenti di polizia hanno localizzato il cellulare di Claudia e hanno trovato il suo cadavere all’interno dell’abitacolo della sua auto, finita in un fosso al lato della carreggiata della Colombo, in direzione Roma e nei pressi del bivio per il Grande Raccordo Anulare. Le indagini sono ancora in corso, ma ovviamente gli investigatori, per il momento, non possono ancora escludere che a provocare il tragico incidente sia stata proprio una distrazione della ragazza, causata probabilmente dalla telefonata con il fidanzato.

“Sono distrutto. Ho sentito il rumore di un grande schianto e poi non ho più sentito la voce di Claudia. Vi prego fate qualcosa. È accaduto qualcosa di tremendo”, la preoccupatissima telefonata del ragazzo alla polizia riportata dal Messaggero. Da quel momento ci è voluta circa un’ora per ritrovare l’automobile di Claudia, grazie, come detto, alla localizzazione gps del suo cellulare.

Disposta l’autopsia sul corpo di Claudia

L’autopsia sul cadavere della ragazza servirà per capire se la 28enne sia morta sul colpo dopo la sbandata dell’automobile e lo schianto nel fosso, oppure se Claudia si sarebbe potuta salvare con soccorsi più veloci. Nell’incidente non sembrerebbero essere rimasti coinvolti altri veicoli.

 

Fonte: https://roma.fanpage.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *