METEO – Nonostante sia settembre, l’Anticiclone continua imperterrito a caratterizzare il nostro clima, ma perché?

E’ ormai da diversi giorni che l’Anticiclone delle Azzorre ha preso il pieno controllo non solo del nostro Paese, ma anche di gran parte dell’Europa.

Questo dopo un inizio di settembre veramente molto difficoltoso, almeno apparentemente, per l’Alta pressione, in balìa spesso di diversi affondi di perturbazioni atlantiche in Italia e nel  mediterraneo.

Negli ultimi giorni le temperature sullo stivale e su gran parte del vecchio continente si registrano sopra media anche di alcuni gradi, con condizioni di cielo sereno praticamente ovunque (eccezion fatta per la Spagna, alle prese con un a goccia fredda che ha causato un’intensa ondata di maltempo con gravi danni e persino vittime)

FASE DI STABILITÀ PROLUNGATA, MA PERCHÉ?
La fase di stabilità, nonostante siamo ormai a settembre inoltrato e tecnicamente alla fine di quest’estate (meteorologicamente parlando saremmo già in autunno), sta durando veramente tanto e l’Anticiclone ha raggiunto una estensione che difficilmente si vedrebbe persino in pieno periodo estivo.

Esistono però varie configurazioni che segnano un pattern che può durare per diverso tempo, se non addirittura per settimane, tra cui il cosiddetto omega blocking.

BEL TEMPO CHE DURERÀ FINO A METÀ SETTIMANA

Nel nostro caso, fortunatamente, l’omega blocking durerà una settimana, in quanto già a partire dalla giornata di mercoledì 18 settembre questo pattern potrebbe essere spezzato dall’arrivo di un afflusso di correnti instabili di origine nordatlantica che si insinuano sotto la coltre anticiclonica che in questi giorni interessa il nostro Paese.

Ciò apporterebbe condizioni di generale e a tratti intenso maltempo su tutto il nostro stivale.

OMEGA BLOCKING, COS’È?

L’Omega blocking è una configurazione che vede come protagonista un cuneo anticiclonico stazionario in una determinata regione, Paese, o continente, bloccato ai lati da due diverse perturbazioni.

Nel nostro caso si potrebbe parlare di un omega blocking abbastanza esteso, con una prima saccatura in pieno oceano atlantico e l’altra che in questo momento sta colpendo la Turchia e il Medio-Oriente.

Un’altra configurazione plausibile potrebbe essere quello della cosiddetta “omega rovesciata”, ovvero di un cuneo di bassa pressione bloccato ai lati da due Anticicloni.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *