La missiva anonima inviata alla consigliera comunale leghista Daniela Gulino. Grimoldi: “Ancora kompagni che sbagliano?”

Insulti. Offese. Minacce. La foto di Matteo Salvini “sequestrato” come Aldo Moro dalle Brigate Rosse.

È il riassunto del volantino choc apparso a Malnate, comune di 16mila abitanti in provincia di Varese. Un messaggio d’odio che investe la consigliera comunale leghista Daniela Gulino e che prende di mira anche il ministro dell’Interno.

Il volantino e la foto di Salvini

“Crepa putt.. salviniana – si legge nella missiva – Gulino tro… il popolo ha parlato. Basta nazisti al governo. Gulino trema!! Gulino presto appesa”. A firmare la lettera anonima è il simbolo degli anarchici. Nella busta sono stati trovati anche due proiettili.

Grimoldi attacca

Solidarietà e vicinanza alla nostra consigliera di Malnate vittima di gravi minacce per la sua attività politica – attacca l’onorevole Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda. – Nel volantino ci sono esplicite minacce alla Gulino e ovviamente la minaccia è rivolta anche a Salvini implicitamente”. Non è certo la prima volta che accade, ma ancora una volta il leader del Carroccio e chi lo sostiene subiscono gravi minacce. “Che dire? – conclude Grimolti – Ancora kompagni che sbagliano? Forse gli altri kompagni, quelli che stanno per andare al Governo, dovrebbero dire qualcosa a riguardo…“.

 

Fonte: http://www.ilgiornale.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *