Un desiderio chiaro espresso nel testamento, un’anziana di Pinerolo ha lasciato 200mila euro in eredità alle famiglie con figli disabili

Il bellissimo gesto di Olga Ghirardi ha sorpreso tutti nel comune di Pinerolo, Piemonte, dove nessuno si aspettava un simile gesto di bontà, la signora ha scelto di lasciare la sua eredità al Comune, per distribuirla tra tutte le famiglie del territorio con figli portatori di handicap

L’anziana con il suo gesto ha emozionato e commosso tutta la comunità di Pinerolo e il sindaco della città Luca Salvai si è immediatamente mosso, insieme a Laura Pezzano, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pinerolo, per far sì che la sua ultima volontà venisse rispettata.

Così il comune ha aperto a inizio estate un bando in cui ogni famiglia con persone con disabilità nel nucleo familiare poteva fare richiesta, e sono state scelte, su 75 domande presentate, 69 famiglie, tutte quelle che avevano i requisiti necessari, per essere i destinatari dei 200 mila euro,

Ogni famiglia interessata riceverà una donazione compresa tra i 2.500 e i 3.350 euro circa a seconda della fascia ISEE e il denaro ricevuto non sarà vincolato ad alcun tipo di utilizzo.

Anziana eredità disabili

Il sindaco Salvai ha dichiarato in una nota:

“Ringraziamo la Signora Ghirardi Olga per il gentile gesto che sicuramente sarà un aiuto per le famiglie interessate, gesto di solidarietà e attenzione al prossimo. Grazie di cuore!”

Con un ultimo gesto di generosità verso gli altri, in questo caso verso 69 famiglie di sconosciuti in difficoltà, la signora Olga ha lasciato un bellissimo ricordo di sè in tutta la comunità e ha suscitato tanta gratitudine da parte delle tante famiglie che avranno un piccolo-grande aiuto economico per migliorare le vite dei loro ragazzi disabili, ciechi o autistici.

Per ricordare la signora Ghirardi e rendere omaggio al suo gesto, nel Salone Cavalieri di Viale Giolitti, Pinerolo, il 16 settembre si terrà una cerimonia pubblica. In quell’occasione verranno ufficialmente consegnati i benefici alle 69 famiglie.

 

Fonte: https://www.positizie.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *