Luna Nuova, luna che non si vede, luna con emisfero visibile in ombra: tutti modi di dire la stessa cosa. Ma se questo accade due volte nello stesso mese è Luna Nera o Black Moon.

E quest’anno Super, perché nel punto più vicino a noi. Nessun presagio negativo, solo uno spettacolo bellissimo completamente gratis. Occhi al cielo il prossimo 30 agosto.

Il mese di agosto sarà proprio speciale: la luna ci regala cinque fasi invece che quattro, ma, al posto di due lune piene, avremo due lune nuove. La prima è stata l’1 agosto, e la seconda, prevista il 30 del mese, è tradizionalmente chiamata Luna Nera (o Black Moon), stando ad indicare un cielo in totale assenza di luna, quindi “nero”.

E stavolta c’è di più: la splendida Luna Nera toccherà il perigeo, ovvero il punto più vicino alla Terra della sua orbita. Se fosse piena apparirebbe più grande quindi, e per questo chiamata Superluna. Una Superluna nuova è più difficile da apprezzare, ma comunque un evento molto raro che ci regala la natura.

Come riporta EarthSky, sarà luna nuova il 30 agosto 2019 alle 12:37, mentre il perigeo si registrerà alle 17.57 ora italiana, quando il nostro satellite si troverà a 357.227 km da noi, contro una distanza media di 384.400 km. Poco più di 5 ore di differenza che rendono meritevole questa luna di essere chiamata Superluna Nera.

Ma come vedere una luna che non si vede? Innanzitutto sarà stupendo, allontanandosi da fonti di luce artificiale, vedere il cielo solo puntellato di stelle in qualsiasi punto si guardi. Inoltre, se abbiamo la possibilità di stare lungo le coste, potremo avere un altro modo bellissimo di goderci lo spettacolo.

Infatti le maree sono influenzate dall’attrazione gravitazionale del nostro satellite e del sole, e quelle di questa stagione avvengono in prossimità di lune piene e nuove. Con un pizzico di fortuna, quindi, questo può risultare particolarmente evidente, facendo notare ad occhio nudo la differenza tra alta e bassa marea. Un modo indiretto, e molto affascinante, di “vedere” la Luna Nera.

Pronti allo spettacolo?

Fonte: www.greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *