Un abbonamento annuale di 365 euro per metro, tram, bus e pure la rete fluviale.

Praticamente un euro al giorno per tutti i mezzi pubblici: è la proposta che arriva dal sindaco di BerlinoMichael Müller, e che potrebbe vedere una concreta attuazione entro i prossimi 24 mesi.

Un piano, quello annunciato dal primo cittadino in questi giorni, volto a ridurre l’utilizzo di auto in città e che vuole dimezzare il costo dell’abbonamento annuale (le cifre attuali vanno dai dagli 728 ai 761 euro).

Non è esattamente il biglietto gratuito così come paventato l’anno scorso dal governo, ma si può comunque parlare di una rivoluzione sulla spinta della questione ambientale e sul modello di Vienna, dove quasi la metà della popolazione della città ha un biglietto annuale e la percentuale di viaggi effettuati con i mezzi pubblici da quando nel 2012 il prezzo è stato abbassato all’equivalente di un euro al giorno è nettamente aumentata.

D’altro canto, come dice Müller, “se voglio incentivare sul serio i residenti a utilizzare i mezzi pubblici, devo far loro la migliore offerta possibile”.

Il nuovo abbonamento dovrebbe entrare in vigore entro i prossimi 24 mesi e viene da sé che le infrastrutture dovranno essere massicciamente ampliate per accogliere il forte aumento di passeggeri attirati dall’enorme riduzione della tariffa. In compenso, tuttavia, il sindaco di Berlino prevede fin da subito meno traffico sulle strade e il miglioramento della qualità dell’aria. Per questo motivo chiede “nuovi treni ora, per potere ampliare l’offerta e quindi la sostenibilità sul lungo periodo dell’abbonamento”.

Una sfida che la capitale tedesca vincerà? Noi siamo straconvinti di sì!

 

Fonte: www.greenme.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *