Ancora oggi la stragrande maggioranza delle donne è terrorizzata all’idea che toccare un peso, anche solo poche volte la settimana, possa iniziare a farle assomigliare ad omaccioni super muscolosi. Secondo quanto afferma l’American College of Sport Medicine: “Le donne non possono guadagnare muscoli quanto fanno gli uomini…”

Questo perché non hanno la genetica e gli ormoni, testosterone in particolare, necessari per sviluppare grossi muscoli (se non attraverso l’uso di farmaci anabolizzanti).

Quindi aumentare la massa muscolare ed essere ‘muscolose’ sono due cose molto differenti! Il suggerimento è quello di allenarsi con le macchine isotoniche e pesi liberi senza timore, traendone beneficio non solo in termini di aumento muscolare ma anche di “funzionalità”.

 

Un corpo FUNZIONALE è un corpo reattivo, capace di “muovere” e “muoversi” quando, come e dove vuole. L’American College of Sport Medicine continua dicendo “…l’allenamento con sovraccarichi donerà alle donne forme e salute.” In ambito scientifico è ben appurato infatti che l’allenamento con i pesi ed in generale mantenere un buon livello di massa muscolare ha tantissimi altri effetti benefici.

Dalla prevenzione e trattamento di malattie metaboliche come il diabete (diminuendo il grasso viscerale, migliorando la sensibilità insulinica) e l’obesità (migliorando la salute cardiovascolare, diminuendo il colesterolo e i trigliceridi), a malattie neurologiche e disordini mentali come il Parkinson, l’ansia, la demenza, la depressione! Riguardo proprio quest’ultima uno studio effettuato ad Harvard ha scoperto che dieci settimane di allenamento per la forza (bodybuilding / crossfit / powerlifting) hanno ridotto i sintomi della depressione clinica, in un modo nettamente migliore rispetto a sedute psichiatriche.

Questo grazie non solo al rilascio immediato delle endorfine, i cosiddetti “ormoni del benessere” e a quel famoso senso di realizzazione dopo aver terminato l’allenamento ma anche al miglioramento della stima, gratificazione e fiducia in sé stessi.

Nello specifico tra i primi vantaggi dell’allenamento anaerobico dedicato alle donne c’è sicuramente l’aumento del metabolismo energetico. I muscoli sono infatti una materia metabolicamente attiva. Grazie all’intenso allenamento con i pesi la loro temperatura aumenta e si bruciano più calorie.

Sicuramente il metodo più facile per perdere grasso e mantenere il peso.

 

 

Un altro vantaggio è la riduzione degli inestetismi come la cellulite grazie al miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica. A tal proposito sarebbe ottimale alternare schede di allenamento, circuiti (esercizi a basse, medie e alte ripetizioni) e cicli di cardio (lavoro aerobico) per offrire più stimoli sia a livello muscolare che circolatorio.

L’acqua gioca un ruolo primario, costituisce il 60% della massa corporea, salendo al 65-75% nei muscoli. Il mantenimento dei liquidi intra ed extracellulari è fondamentale per mantenere un ottimo metabolismo. Basta infatti perderne l’1% sotto forma di sudore e vengono meno le forze, influendo inevitabilmente in maniera negativa sulla performance fisica fino a diminuire del 40% la capacità muscolare.

E per forza di cose un muscolo disidratato è un muscolo teso e contratto che danneggerà gravemente la postura. La postura a sua volta, creerà degli squilibri che causano proprio la cellulite! In merito a questo è importante non fossilizzarsi solo sull’allenamento di glutei e gambe ma avere anche cura del dorso, delle spalle, delle braccia, degli addominali. Insomma di tutto il corpo, dai polpacci fino al collo. Si otterrà così una migliore simmetria dei vari distretti muscolari attraverso un aspetto bello, armonico, muscoloso al punto giusto, evitando oltretutto alterazioni delle curve fisiologiche della colonna come la cifosi dorsale e impedendo infortuni muscolari ed articolari.

Inoltre, l’attività anaerobica è indicata anche per ridurre mal di schiena ed alleviare i dolori cronici associati ad artrite, lombalgia e fibromialgia rinforzando la densità ossea e prevenendo problemi di osteoporosi insieme a fattori di invecchiamento nel muscolo scheletrico.

Alla luce di quanto emerso, l’approccio mentale giusto è quello di considerare la sala pesi come un vero e proprio ‘centro estetico anti-aging’ per invecchiare bene e mantenersi giovani più a lungo possibile, ovviamente associandola ad una alimentazione corretta e bilanciata.

 

#donneepesi #attivitaanaerobicapreventiva #massamuscolare #autostima #cellulite #metabolismo #postura

L’allenamento con i pesi oltre che essere efficace per aumentare forza, spesa energetica, resistenza, ipertrofia ed equilibrio, deve anche essere visto come un’attività preventiva di benessere che può effettivamente aiutare a prevenire quelle condizioni fisiche ed emotive responsabili dell’invecchiamento precoce.

Fonti

  1. “Donne e pesi: connubio impossibile?” da mypersonaltrainer.it
  2. “Come si cura la depressione con l’allenamento” da abcallenamento.it
  3. “Alimentazione e allenamenti per non invecchiare” da epochtimes.it

 

Silvia Magno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *