Spara a tre ladri e li ferisce: imprenditore condannato a quattro anni di reclusione, i malviventi a 10 mesi. Salvini: Approvare legge seria sulla legittima difesa.

Fa discutere la decisione della Corte di Cassazione  che ha condannato a quattro anni e sei mesi un imprenditore locale che nel 2011, per sventare una rapina, aveva aperto il fuoco contro tre ladri romeni, rimasti feriti.

Spara a tre ladri per sventare una rapina, imprenditore condannato a 4 anni di reclusione

La Corte di Cassazione ha confermato la pena a quattro anni e sei mesi all’imprenditore, decisione che ha scatenato le polemiche dell’opinione pubblica che cavalcano l’onda di Matteo Salvini, il quale ha promesso in tempi brevi una nuova legge sulla legittima difesa.

Respinta dunque la richiesta di ricorso presentata dal legale dell’imprenditore dopo la condanna in primo grado del Tribunale.

Ma non è tutto. A rendere più aspra la polemica, infatti, c’è la condanna comminata ai tre ladri. Dopo aver patteggiato la pena i tre se la sono cavata con dieci mesi di reclusione, meno di un anno. Meno dell’imprenditore che aveva aperto il fuoco per evitare di essere rapinato dai malviventi.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che è tornato a rilanciare la proposta della Lega per l’introduzione della nuova legge sulla legittima difesa.

“È un’altra vicenda che ci spinge ad approvare una legge seria sulla legittima difesa”, ha dichiarato il vicepremier leghista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *