Un marocchino e un tunisino sono finiti in manette. Dopo la rissa, hanno miacciato con un coltello un 17enne che aveva chiamato i carabinieri

È sfociata in una violenta rissa la discussione tra un 46enne marocchino, un 31enne tunisino e due loro conoscenti.Alterati dall’abuso di sostanze alcoliche, il marocchino e il tunisino sono entrati in un kebab di Firenze e hanno iniziato a discutere con due conoscenti per futili motivi. La lite si è subito trasformata in una violenta rissa.A dare l’allarme un cliente 17enne che si è poi allontanato dal locale. Il marocchino e il tunisino hanno visto il ragazzo con il telefono in mano e hanno iniziato a pedinarlo. Come riporta AdnKrons, il giovane è stato raggiunto nella vicina piazza Taddeo Gaddi dove è stato minacciato con un coltello.
Alcuni militari in transito nella zona sono subito intervenuti per bloccare l’azione dei due uomini. Dopo aver accertato che le condizioni salute del minorenne non destassero preoccupazione, gli agenti del nucleo radiomobile hanno preso in consegna i due uomini e una volta ricostruita l’intera vicenda li hanno arrestati per rissa e minaccia aggravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *