Almeno 75 persone sono state contagiate dal Covid – e 18 sono morte – in una casa di cura del Belgio dopo la visita di un uomo vestito da Babbo Natale.

I funzionari sono sicuri che l’uomo sia stato un “super-diffusore” del virus, con 61 residenti e 14 membri del personale risultati positivi nei giorni successivi alla sua visita. Secondo quanto riferito, il visitatore è stato tra i primi a risultare positivo subito dopo essere apparso nella Rsa Hemelrijck a Mol nel tentativo di portare un sorriso ai suoi 169 residenti già ai primi di dicembre. «È stato fatto con le migliori intenzioni, ma è andato tutto storto», ha detto il sindaco di Mol, Wim Caeyers, all’emittente nazionale belga VRT. «È stata una giornata molto nera per la casa di cura».

Il sindaco ha dichiarato ai media locali: «Ci aspettano fino a dieci giorni difficili. È un grande stress mentale da sopportare per l’uomo che ha interpretato Babbo Natale, così come per gli organizzatori e lo staff». Ma le immagini che circolano sull’evento, hanno mostrato che non tutti i residenti indossavano mascherine e che Babbo Natale e i suoi aiutanti si trovavano spesso molto vicini agli anziani. Anche per scattare le foto. Il signor Caeyers ha detto: «Inizialmente la casa di cura ci ha fatto sapere che le regole erano state rispettate, ma subito dopo aver visto le foto dalle famiglie dei residenti, abbiamo capito che non era stato così».

L’amministrazione comunale ha definito la casa di cura «un’organizzazione totalmente irresponsabile». Il sindaco ha detto però che farà di tutto «per tenere il virus sotto controllo». Un portavoce di Armonea, la società che gestisce la casa, ha dichiarato: «Il team è molto scioccato da quello che è successo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *