Surreale, se non fosse la cruda realtà. In questo 2020 però davvero niente deve stupire, visto che quello che stiamo vivendo potrebbe essere (anzi, è stata) la sceneggiatura di un film.

Dunque è paradossalmente quasi normale che Giuseppe Spagnolo, il pensionato palermitano che a Pasqua ha organizzato insieme ad altre persone un barbecue sui tetti allo Sperone nonostante tutte le norme anticontagio da coronavirus, abbia ingaggiato nientepopodimeno che un agente per rilasciare interviste.

Lo ha rivelato lo stesso Spagnolo a La Zanzara su Radio 24, uno dei programmi radiofonici più popolari:  “Con me da oggi non si può più parlare. Lei con me non deve parlare – dice ai conduttori Cruciani e Paranzo che lo avevano cercato per farlo parlare in radio -. se vuole le do un numero. Non le posso rispondere, da oggi. Manco un secondo, ho dato i miei diritti di immagine e non posso parlare più con nessuno. Ho un agente, se vuole il numero…”.

Per verificare le parole di Spagnolo, i conduttori contattano l’agente che conferma tutto. “Sì, è un nostro contrattualizzato – si sente nella telefonata di “La Zanzara -. E’ per un video?”. “No, radio, dieci minuti”, rispondono i conduttori. “Gratis non si può fare perché dobbiamo anche recuperare i soldi della multa di questo signore, poverino. Le posso fare 1500 euro più Iva”.

Da qui parte la contrattazione: “Possiamo chiudere a 800 più Iva, otto minuti”, risponde Parenzo. “Mille, più Iva e fattura”, dice l’agente. “Chiudiamo a 900”, interviene Cruciani. “Abbiamo un accordo allora, ecco la mail dove mandare i dati per la fattura, gli orari, il contatto telefonico”. Dopotutto, da una grigliata alla ribalta nazionale, il passo è breve.

Fonte: https://palermo.gds.it/articoli/cronaca/2020/04/15/grigliata-sui-tetti-il-pensionato-ora-ha-un-agente-per-unintervista-1-500-euro-e-multa-pagata-253396c3-b2bb-4753-adeb-50fad65ec66b/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *