In ospedale a Nuoro, è grave ma non in pericolo di vita

Un bambino di nemmeno due anni, figlio di una coppia vegana, è ricoverato all’ospedale San Francesco di Nuoro per un avanzato stato di denutrizione. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. La notizia anticipata dal quotidiano l’Unione Sarda è stata confermata all’ANSA dalla dirigenza sanitaria della Assl del capoluogo barbaricino. Il piccolo era arrivato all’ospedale nuorese nei giorni scorsi in gravi condizioni: debole, magrissimo, svogliato. Immediate le analisi ematologiche per capire se ci fosse qualche malattia o batterio. Niente del tutto ciò, gli esami lo hanno escluso. La diagnosi è solo una : denutrizione.
    Ora il piccolo è ricoverato nel reparto di Pediatria dell’ospedale e dopo essere stato sottoposto alle prime cure non è in pericolo di vita. 

“Ci occupiamo delle problematiche alimentari che riguardano i bambini con grande attenzione – ha detto all’ANSA la direttrice dell’Assl nuorese Grazia Catina -. Le strutture dell’Assl assicurano la presa in cura con approccio specialistico che si avvale di collaborazioni multidisciplinari e multiprofessionali, per tutelare e promuovere la salute dei bambini e delle loro famiglie”. Impossibile cercare di saperne di più sullo stato di salute del piccolo, se dovuto ad una particolare dieta poco ricca di proteine fondamentali nell’età dello sviluppo o se dietro al suo stato ci possa essere anche un fattore genetico. Al momento il bambino è curato giorno e notte e al suo fianco ci sono i genitori. Le sue condizioni, dopo le cure dei medici della Pediatria sarebbero leggermente migliorate. I professionisti appena le condizioni del bambino lo consentiranno, contano di impostare un piano alimentare congruo allo sviluppo del minore, che coinvolgerà i genitori. 

 

Fonte: http://www.ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *