Gabriele Puccia è morto a 27 anni durante un’escursione

Nel caso andasse tutto male, e qua faccio le corna, chiedo scusa a tutte le persone alle quali ho fatto del male, chiedo scusa a chi ho tradito”. Sorrideva in video Gabriele mentre pronunciava queste parole, non credeva certo che le cose sarebbero andate male veramente. Il 27enne mantovano è morto poco dopo aver pubblicato alcune story su Instagram, in seguito a una fatale caduta avvenuta durante un’escursione. 

Il suo corpo è stato trovato senza vita alle 3 del mattino in località Rio Mondrago, dove il ragazzo era scivolato fuori dal sentiero e caduto per una decina di metri, riportando traumi letali. Gabriele, che stava passando una settimana di vacanza sul Lago di Garda, era partito in mattinata per un’escursione da solo e aveva inviato alcune foto alla sorella con immagini dai sentieri percorsi.

 “Non ricordo dove ho parcheggiato la macchina, magari riesco a trovare la via del ritorno”, dice nei filmati, ammettendo di non essere attrezzato adeguatamente, “Mi presento a fare un’escursione con un paio di scarpe da ginnastica normali”. La tragedia sarebbe avvenuta poco dopo.

 

Fonte: https://www.huffingtonpost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *