Fabio Muroni, 14 anni, era malato dalla nascita di sindrome di West, una grave forma di epilessia che lo costringeva sulla sedia a rotelle e gli impediva di parlare. La sua storia è molto conosciuta a Lodi e nei dintorni e moltissime persone nel corso degli anni si sono mobilitare per aiutare la sua famiglia a sostenere le cure. Il suo coraggio ha commosso anche Laura Pausini, di cui era un grande fan. La cantante un anno fa era andata a trovarlo in ospedale realizzando un suo grande sogno.

La sua coraggiosa lotta contro la malattia aveva commosso tutti e per lui si erano mobilitati anche i cantanti Laura Pausini e Gigi D’Alessio. Si è spento all’età di 14 anni Fabio Muroni, di Corte Palasio, in provincia di Lodi, nato con la sindrome di West, una grave forma di epilessia che lo ha costretto per tutta la vita sulla sedia a rotelle e gli impediva di parlare.

La sua storia è nota a Lodi e nei dintorni. Negli anni sono nate molte iniziative per aiutare lui e la sua famiglia a sostenere le terapie estremamente costose, che erano la sua sola possibilità di avere una vita migliore. Fabio e i suoi genitori condividevano i momenti belli e quelli più difficili delle loro vite sulla pagina Facebook ‘Aiutiamo Fabio Muroni’. Un modo per raccontare le difficoltà, ma anche la gioia e i sorrisi, di chi affronta la malattia con coraggio.

La sua grande passione era la musica e un anno e mezzo fa era riuscito a coronare il suo sogno, quello di conoscere Laura Pausini. Fabio le aveva scritto un messaggio mentre si trovava in ospedale: “Cara Laura sono un tuo piccolo fan ho 12 anni e sono un bimbo speciale ho una tetra paresi spastica, encefalo-patia, sindrome di west, sin da piccolo i miei genitori mi facevano sentire la tua musica e quando sentivo la tua voce mi tranquillizzavo. In questo momento non sto attraversando un buon momento anzi a detta dei medici non so quanto possa andare avanti mi piacerebbe che tu fra i tuoi super impegni trovassi qualche minuto per venire a trovarmi in ospedale, ti ringrazio per tutto”. Pochi giorni dopo la cantante era arrivata nel reparto di pediatria dell’ospedale di Lodi per abbracciarlo e regalargli un cd. Qualche mese più tardi Fabio era riuscito a realizzare un altro sogno: assistere dal vivo a un concerto di Laura Pausini.

Fabio è deceduto in Liguria, a Loano, dove era in vacanza con i suoi genitori. Nella giornata di oggi, martedì 27 agosto, è previsto il ritorno a casa. La camera ardente sarà allestita nella cappella della chiesa del Sacro cuore di Robadello e alle 21, si svolgerà una veglia di preghiera. I funerali si svolgeranno nel duomo di Lodi ore 10.30  “È nostro desiderio di non ricevere fiori ma offerte da destinare alla casa di Gabri dove Fabio era stato ospitato e visto che ci sono diversi bambini che hanno bisogno di aiuto”, ha fatto sapere la famiglia.

 

Fonte: https://milano.fanpage.it/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *