Grazia all’importante scoperta, sarà possibile ricostruire il DNA del genio fiorentino

È stata recuperata oltreoceano una ciocca di capelli che potrebbe essere appartenuta a Leonardo da Vinci. Con essa anche altri cimeli e documenti, che verranno mostrati al pubblico in anteprima mondiale nella città natale del genio italiano.

Alessandro Vezzosi, vinciologo e direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, e Agnese Sabato, storia e presidentessa della Leonardo da Vinci Heritage, ne hanno dato l’annuncio su ANSA:

“Abbiamo recuperato oltreocano una ciocca di capelli che è stata storicamente denominata ‘Les Cheveux de Leonardo da Vinci’, insieme a un altro cimelio. Questa straordinaria reliquia permetterà di procedere nella ricerca del suo DNA”.

La notizia è importante perché le analisi genetiche potrebbero consentire di dare riscontro, o meno, alle ricerche storiche sino ad oggi svolte. Le analisi, infatti, verranno confrontate con quelle sui discendenti viventi e su quelle effettuate sui resti trovati nella tomba di Amboise, in Francia, dov’è sepolto il genio toscano.

L’esistenza dei discenenti di Leonardo è stata resa nota nel 2016. Si tratterebbe dei discendenti di suo padre, Ser Piero, e del fratello Domenico. Leonardo, nato ad Anchiano, frazione del comune di Vinci (Firenze) il 15 aprile 1452, era nato da una relazione illegittima tra il notaio ventiquattrenne Piero da Vinci e Caterina, donna di umili origini. Ad annotare quella data fu Antonio, padre di Piero, anche lui notaio. Non è indicato il luogo esatto della nascita ma si ritiene che fosse la casa che la famiglia di ser Piero possedeva ad Anchiano, dove poi la madre di Leonardo andò a vivere. Il battesimo ebbe luogo nella chiesa parrocchiale di Santa Croce, ma sia il padre che la madre erano assenti, in quanto non sposati.

La conferenza stampa si terrà il 2 maggio a Vinci (Firenze), in apertura della mostra  ‘Leonardo Vive’. Sarà possibile vedere i nuovi ritrovamenti in occasione di questo evento, organizzato per commemorare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Vezzosi ha spiegato all’agenzia:

“Il reperto storico della ciocca di capelli, che fino a questo momento era rimasto nel segreto di una collezione americana, verrà esposto in anteprima mondiale, insieme a documenti che ne dimostrano l’antica provenienza francese”.

Fonti: Virgilio.it   Il Giornale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *