Gli esseri umani hanno iniziato a decorare gli abiti 40.000 anni fa

Secondo un team di archeologi guidato dal dott. Ian Gilligan dell’Università di Sydney , gli aghi crunati erano una nuova innovazione tecnologica utilizzata per ornare gli abiti a fini sociali e culturali, segnando il passaggio radicale dagli abiti come protezione agli abiti come espressione di identità. Tradizionalmente, gli archeologi hanno associato la comparsa degli abiti […] L'articolo Gli esseri umani hanno iniziato a decorare gli abiti 40.000 anni fa sembra essere il primo su Scienze Notizie.

Secondo un team di archeologi guidato dal dott. Ian Gilligan dell’Università di Sydney , gli aghi crunati erano una nuova innovazione tecnologica utilizzata per ornare gli abiti a fini sociali e culturali, segnando il passaggio radicale dagli abiti come protezione agli abiti come espressione di identità.

Tradizionalmente, gli archeologi hanno associato la comparsa degli abiti su misura all’invenzione degli aghi crunali in osso. La comparsa iniziale di aghi crunati nei reperti archeologici degli ambienti delle medie latitudini settentrionali durante l’ultima era glaciale è coerente con una funzione primaria di protezione termica. I primi aghi crunati conosciuti sono comparsi 40.000 anni fa in Siberia, 38.000 anni fa nel Caucaso, 30.000 anni fa nell’Asia orientale e 26.000 anni fa in Europa. “Gli strumenti ad ago cruna rappresentano un’importante evoluzione nella preistoria perché documentano una transizione nella funzione dell’abbigliamento da scopi utilitaristici a scopi sociali”, ha affermato il dott. Gilligan. “Dagli utensili in pietra che preparavano le pelli degli animali da usare come isolante termico per gli esseri umani, all’avvento dei punteruoli d’osso e degli aghi con cruna per creare indumenti attillati e


Leggi tutto: https://www.scienzenotizie.it/2024/07/02/gli-esseri-umani-hanno-iniziato-a-decorare-gli-abiti-40-000-anni-fa-1887668


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.