Top

close
  • 26 Marzo 2021
  • No Comment
  • 23

Gigantesco incendio devasta un intero quartiere popolare a Sierra Leone

Gigantesco incendio devasta un intero quartiere popolare a Sierra Leone

Uno dei quartieri più poveri alla periferia di Freetown, in Sierra Leone, è stato raso al suolo da un gigantesco incendio.


La maggior parte delle case a Susan’s Bay sono costruzioni inconsistenti di lamiere ondulate e materiali di recupero. Secondo le autorità locali, migliaia di persone hanno perso la loro casa e non è ancora chiaro il numero delle vittime. Ecco le impressionanti immagini.
 

 
Il racconto del fuoco che ha distrutto la vita di oltre 2.000 famiglie che vivevano al Bayon di Susan.

Mercoledì 24 marzo 2021, un incendio ha inghiottito oltre 500 case nella comunità di Susan’s Bay Bay dove vivevano oltre duemila famiglie senzatetto e ha causato la più alta distruzione di proprietà mai esistita nella storia della comunità di Susan’s Bay.

L’incendio è scoppiato alle 17.30 circa. Un testimone oculare nella comunità, la vicepresidente della AgenteCaritas, racconta che una signora stava preparando il suo pasto serale utilizzando una stufa per cuocere da loro chiamata (pentola di carbone).

La donna occupava una costruzione illegale non autorizzata con fogli di ferro ondulati, bastoni e legname. La pentola di carbone è scivolata sul pavimento in legno, al piano superiore dell’edificio (Un edificio non in cemento). La signora è scesa al piano di sotto per un’altra faccenda lasciando la pentola sul fornello.

Improvvisamente, i vicini hanno visto tanto fumo che fuoriusciva al piano superiore dell’edificio e hanno lanciato allarme del pericolo incendio. Quando si sono avventurati a spegnere il fuoco, il vento forte lo ha alimentato coinvolgendo le case accanto.

Le autorità hanno chiamato i mezzi dei Vigili del Fuoco che sono subito intervenuti con i camion cisterna per tentare di spegnere l’incendio, ma non sono riusciti ad addentrarsi all’interno della comunità per mancanza di strade e spazio all’interno di essa.

Quindi oltre mille case costruite con zinco, bastoni, cartelloni e pochi mattoni sono stati rasi al suolo dal fuoco. Oltre duemila nuclei familiari sono stati sfollati, tra cui bambini, uomini e donne anziane, giovani, madri, donne incinta ecc. Le loro proprietà sono state completamente distrutte, tra cui la loro attività di sostentamento, i risparmi negli armadi, televisione, materassi, biancheria da letto, utensili da cucina, strumenti musicali, uniformi per bambini, materiali per la scuola, sedie, lettini, contenitori per acqua, telefoni ecc.

Oltre al centro comunitario sono stati distrutti i centri di divertimento ed i centri di culto, negozi commerciali e negozi alimentari. La baia di Susan ha una popolazione registrata di oltre 14,800 residenti nel censimento del 2016. Nella Sierra Leone gli incidenti per incendio sono una delle situazioni pericolose riconosciute nella comunità come principale disastro comunitario.

Reverendo. Fr. Pietro A. Direttore Konteh Esecutivo / Direttore Nazionale AgenteCaritas Sierra Leone

Articoli correlati

Incendio devasta Portella della Ginestra, luogo della strage del ’47

Incendio devasta Portella della Ginestra, luogo della strage del ’47

«Portella della Ginestra è distrutta. Brucia il luogo simbolo delle lotte dei lavoratori dove si festeggia…
Incendio sulle montagne a Tramonti: donna cade e si ferisce, salvata

Incendio sulle montagne a Tramonti: donna cade e si ferisce, salvata

Alle ore 12:34 del 5 aprile 2021 ci allertati per un incendio sviluppatosi a ridosso dell’area…
Inferno di fuoco a Freetown

Inferno di fuoco a Freetown

Padre Maurizio Boa sta vivendo momenti di angoscia per un grande incendio in Sierra Leone, più…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.