La foto scattata dal fotografo turco Mehmet Aslan ha vinto il Siena international photo awards (Sipa) 2021 e ha catturato l’attenzione. “Quella foto è arrivata al mondo” lo ha detto la mamma di Mustafa al Washington Post

Un uomo e un bambino, padre e figlio che sorridono. Il sorriso è solo l’inizio di una storia ii immagini “Hardship of life” (Difficoltà della vita). Questa foto scattata dal fotografo turco Mehmet Aslan ha vinto il Siena international photo awards (Sipa) 2021 e ha catturato l’attenzione. “Quella foto è arrivata al mondo” lo ha detto la mamma di Mustafa, il bambino siriano di 5 anni nato senza braccia e gambe, immortalato sorridente con il padre, mutilato di una gamba, in uno scatto simbolo delle tragedie del conflitto in Siria. “Abbiamo cercato per anni di farci sentire per aiutare mio figlio con i trattamenti, faremmo di tutto per dargli una vita migliore”, ha detto al Washington Post la signora Zeinab. La malformazione del figlio è conseguenza dell’assunzione di farmaci da parte della madre, colpita da gas nervino.

“È doloroso dover ancora una volta commentare una foto su una tragedia che non è finita: la guerra in Siria. Quello scatto sta facendo il giro del mondo, ma speriamo di non trovarci di fronte all’ennesima prova di indignazione a intermittenza. Come quella drammatica di Aylan, speriamo che questa foto svegli le coscienze dei leader mondiali” dice Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia, commentando con l’Ansa lo scatto del turco Mehmet Aslan che ha vinto il Siena international photo awards 2021. “Il dramma nel dramma sono i bambini con gravi disabilità, che rappresentano la parte più debole nei conflitti”.

 

Fonte: ilfattoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *